Rupert Neve Portico 5033: un Equalizzatore Parametrico a 5 Bande

Strumentazione Radiofonica

Rupert Neve Portico 5033: un Equalizzatore Parametrico a 5 Bande

Oggi voglio parlarvi di un equalizzatore parametrico a 5 bande, il Rupert Neve Portico 5033. Prima di passare alla parte tecnica, occorre fare un minimo di storia. Rupert Neve è uno dei guru assoluti dell'audio professionale, famoso soprattutto per la creazione di alcuni preamplificatori, equalizzatori e compressori che hanno fatto la storia della musica moderna.

E' obbligatorio citare il Neve 1073 e il 1081 (moduli con preamplificatore ed equalizzatore), il Neve 33609 JD (compressore stereo), senza scordare le fantastiche console realizzate dalla sua ex azienda, la AMS Neve. Ho scritto ex azienda poiché da anni Rupert Neve ha lasciato la AMS Neve, mettendosi in proprio e fondando la Rupert Neve Designs, per tornare ad avere più autonomia creativa (almeno stando a quanto ha dichiarato).

Bene, ora sapete chi è Rupert Neve e sapete della credibilità di cui gode. Questo Portico 5033 non delude le attese, suona in modo davvero incredibile. Aprendo la scatola del Portico 5033 capiamo subito di trovarci di fronte ad un prodotto di Audio Pro con la A e la P maiuscole: alimentazione separata dal rack e stabilizzata, design bello, pratico e azzeccato.

Il 5033 è suddiviso in sezioni, in modo da render più semplice il suo utilizzo: la prima sezione è quella del Trim, con un preamplificatore di linea, utile per incrementare o diminuire il gain del materiale audio che stiamo trattando e un piccolo switch di "all bypass" per permetterci di sentire meglio le differenze. Dopodichè abbiamo le sezioni dell'equalizzatore vero e proprio, con nell'ordine: uno shelving per le basse frequenze, un parametrico per le medio-basse, un parametrico per le medie, un parametrico per le medio-alte e uno shelving per le alte frequenze. Tutte le sezioni parametriche del Portico 5033 sono dotate di uno switch di in/out, in modo da poter escludere le singole sezioni dell'eq a piacimento.

Passiamo ora alla parte che di certo vi interessa di più: il suono. Beh, come avevo accennato prima, il suono è davvero spettacolare, a partire dal potenziometro del Trim. Aumentando semplicemente il gain del materiale audio processato, si sente come questo acquisisca presenza e corpo, grazie al notevole arricchimento armonico conferito dal preamplificatore Neve.

Le sezioni di shelving, poi, sono veramente sorprendenti: le basse sono rotonde e piene, le alte ariose e cristalline. Provate a dare 2-3 db di boost sulle altissime (dai 16 khz in su) al vostro mix: sembrerà di aver tolto la coperta che lo copriva in precedenza. Le sezioni parametriche sono molto utili, oltre che musicali: i filtri rispondono benissimo e permettono di effettuare correzioni quasi "chirurgiche" sul materiale, conservando il caratteristico timbro sonoro della serie Portico. E adesso, la parte negativa, se così si può dire: il prezzo.

Intendiamoci, stiamo parlando di un prodotto della linea Portico, e per la precisione anche uno dei più azzeccati, per cui è logico aspettarsi che costi parecchio. Certo che però pensare di spendere 1800 euro circa per un equalizzatore mono non è il massimo, soprattutto perché, una volta sentito, sarete colti dall'irrefrenabile impulso di comprarne un altro, per averne una coppia da usare in stereo. Se però riuscite ad avere la fortuna di trovarlo usato (come è capitato a me), potreste cavarvela con molto meno, con la certezza di avere per le mani un equalizzatore dal suono fantastico e dalla qualità senza compromessi.

Articolo a cura di Luca Piana