San Cipriano D'Aversa: La Web Radio nata in una palazzina confiscata alla Camorra

Radio News

San Cipriano D'Aversa: La Web Radio nata in una palazzina confiscata alla Camorra

La radio come veicolo sociale di promozione artistica. Questo in sintesi il messaggio alla base del progetto campano in corso di sperimentazione e prossimo alla sua completa realizzazione.

Location dell'iniziativa, la cittadina casertana di San Cipriano D'Aversa. Infatti, in una palazzina confiscata alla camorra, sita in Via Ruffini n°15, pochissimi giorni fa, è andato in onda un programma radiofonico dal titolo “Wake up” trasmesso dai ragazzi del Liceo Scientifico Segrè, i quali si sono cimentati in una lunga diretta corale, ben organizzata grazie all'allestimento di una interessante web radio.

Ed è proprio in quella zona urbana, precedentemente oggetto della criminalità, che è in fase di concretizzazione il progetto di una web radio/tv completamente finalizzata alla riscoperta e valorizzazione di una comunità spesso oggetto di futili pregiudizi. Un modo per esprimere la bellezza dell'arte comunicativa e della cultura contro quel potere mafioso che per certi versi ha ingiustamente offuscato l'immagine di un territorio ricco di potenzialità. Ad affermarlo sono i promotori del progetto.

Oltre agli studenti delle scuole di San Cipriano, la web radio vedrà la partecipazione anche dei ragazzi degli istituti di Casal di Principe e di tutti coloro intenzionati a voler partecipare alle attività radiofoniche e culturali messe in cantiere.

Un lavoro in ogni caso professionale e competente, in cui sono stati avviati percorsi di formazione rivolti proprio a tutti gli interessati che vogliono cimentarsi al microfono. Allo stesso modo, per quanto riguarda l'aspetto puramente tecnico, sono al vaglio iniziative di sensibilizzazione finalizzate al reclutamento di ragazzi esperti, in gradi di sapersi orientare tra mixer e consolle.

Un vasto agglomerato di idee che gode del supporto di una rete di organizzazioni, come “La Res – Rete Economia Sociale”, Fondazione con il Sud e il Comitato Don Peppe Diana, oltre alla collaborazione di associazioni, cooperative ed enti pubblici e privati pronti a dare vigore e rilevanza alle iniziative giovanili.

All'interno della struttura, inoltre, è previsto anche uno spazio interamente dedicato ai musicisti e al loro prezioso talento. Infatti, a disposizione vi sarà una sala prove ed una d'incisione, completamente accessoriata con tutta la strumentazione d'avanguardia, indispensabile per un'ottima resa musicale.

Insomma, tanti sono gli ingredienti che fanno da contorno ad un progetto davvero lodevole, per il suo valore sociale e professionale.

Un'ulteriore occasione, questa, per trasmettere, mediante il mezzo radiofonico, quanto la comunicazione possa riuscire a scuotere l'opinione pubblica anche con iniziative di questo tipo, che tendono a scardinare facili e nello stesso tempo, insensati, luoghi comuni.

Complimenti a tutti ed un forte in bocca al lupo, da parte di Radiospeaker.it, ai giovani speaker, veri protagonisti della nuova Web Radio, affinché questo sia solo l'inizio di un percorso tutto in salita!

Articolo a cura di Maurizio Schettino