Sequenze Musicali No-Stop: le più usate/abusate dalle Radio

Curiosità Radiofoniche

Sequenze Musicali No-Stop: le più usate/abusate dalle Radio

È passato qualche anno da quando Radio Capital “metteva in fila” i classici della musica senza interruzione da far gustare ai propri ascoltatori. È passato qualche anno da quando Luciano Pazzaglia, nel weekend, accoglieva le “compilation” degli ascoltatori (quattro classici senza interruzione). È passato qualche anno da quando la radio dei grandi classici spalancava le porte, nel weekend, della celebre “Time Machine” che offriva l’ascolto di tre classici accomunati dallo stesso anno di pubblicazione...

Le sequenze musicali no-stop sono, ancora oggi, il segreto del successo di alcune emittenti.

Eclatante il caso di RDS, la radio “100% grandi successi”, che da una decina d’anni, inserisce, in ciascuna ora di programmazione, la ormai celeberrima “sequenza mixata”, vale a dire quattro canzoni mixate e proposte senza alcuna interruzione. La sequenza è caratterizzata dalla successione H “hit” (canzone del momento) seguita da una O “oldies” (canzone degli anni Duemila) cui segue una ulteriore H che precede una G “gold” ossia una canzone attinta dall’archivio anni Ottanta, Novanta o dai primissimi anni Duemila. Successione musicale particolarmente accattivante che fa ormai da colonna portante della programmazione del network romano.

R101 ha seguito l’esempio e, da un anno circa, propone l’ascolto di tre pezzi senza alcuna interruzione. Da gennaio la sequenza musicale è collocata al minuto 20 circa. Essa si caratterizza per una successione di brani ’70,’80,’90 anche se talvolta il pezzo dei ‘90’s è sostituito da uno degli anni Duemila.

Radio Deejay non è stata da meno con il celebre “Deejay Stories”, una sequenza di breve durata, posta ad inizio ora, che in tre canzoni mixate e ridotte all’osso (principalmente strofa + refrain) riassume la “storia” del network di Via Massena. In questo caso la successione è solitamente: brano anni ’80, brano anni ’90, brano anni Duemila.

Radio Monte Carlo ha invece posizionato le sue sequenze musicali no-stop nel programma pomeridiano “In The Music” in onda dalle 13 alle 18.

Ultima arrivata è Radio Kiss che, nella maggior parte dei programmi in onda, lancia le sequenze “More Music” ossia successioni di tre, quattro, anche cinque brani senza alcuna interruzione e mixati tra loro. In questo caso però non sussiste una successione temporale specifica. Sono però perennemente esclusi dalla sequenze i pezzi degli anni ’60,’70,’80,’90 che riempiono invece lo spazio delle “History Hit” in programmazione al minuto 30 di ciascuna ora.

Articolo a cura di Pierpaolo Fasano