Speaker Factory '11: Dimensione Suono Roma cerca nuovi Speaker!

Radio News

Speaker Factory '11: Dimensione Suono Roma cerca nuovi Speaker!

Tenetevi forte! Sta per tornare Speaker Factory il casting radiofonico più atteso della Capitale! Come ogni anno Dimensione Suono Roma da spazio a nuove voci in cerca del talento giusto da inserire nel proprio palinsesto!

Un contest consolidato che ha raggiunto l'ottava edizione consecutiva e quest'anno c'è un'opportunità in più solo per gli speaker iscritti su Radiospeaker.it! Di cosa si tratta? Ci anticipa qualcosa Alberto Di Stefano, Station Manager di Dimensione Suono Roma:

Dimensione Suono Roma è una delle poche, se non l'unica emittente radiofonica in Italia, ad avere un concorso annuale per nuove voci. Da dove nasce questa voglia di novità e questa "apertura ai giovani", fenomeno più unico che raro?
Uno dei valori che il nostro gruppo applica in tutti gli ambiti della struttura è la meritocrazia. Il nostro Editore da sempre infonde questa filosofia a ogni settore dell’azienda, pertanto anche lo staff dei conduttori ne è inevitabilmente coinvolto. Ed io in particolare provengo da una gavetta professionale che negli anni mi ha portato a ricoprire ogni mansione all’interno di una stazione radio, comprese quelle di conduttore, producer e programmatore, fino alla carica che ricopro attualmente. Perciò credo molto nelle nuove leve e nella crescita professionale senza facili scorciatoie. Non mi piace, insomma, inserire in squadra talenti già navigati, è troppo semplice: le corporazioni precluse ai giovani esistono già in molti livelli della società moderna ed un’elite di conduttori sempre più vetusti, che rotola da un’emittente all’altra (nazionale o areale che sia) o che da decenni monopolizza il microfono della stessa stazione, non giova certo all’evoluzione della radio italiana. E poi, lo ammetto, fare il talent scout della situazione è davvero divertente!

Battute a parte, per il nostro gruppo editoriale Dimensione Suono Roma rappresenta un vero e proprio vivaio capace di offrire un training concreto ai protagonisti della radio del futuro. Per la quantità di emittenti che gestiamo (quattro areali e una nazionale) e per mantenere sempre elevato il livello di qualità del nostri prodotti editoriali, disporre di un parco di giovani voci emergenti, maschili e femminili, è un’esigenza strategica necessaria. E non mancano i casi di talenti che, grazie al loro impegno, partendo proprio da Speaker Factory oggi sono in onda con successo su RDS, la nostra rete ammiraglia.

Quest'anno c'è una piccola novità che lega Speaker Factory e Radiospeaker.it, ti va di annunciarla ai nostri lettori?
Con molto piacere! Radiospeaker.it condivide con noi molti valori: offre un punto di riferimento a chi desidera avvicinarsi al mondo della radio, “apre un mondo”, che apparentemente sembra inaccessibile, ai giovani e agli appassionati di radio, sfrutta i new media per diffondere la cultura radiofonica ed interagire con i propri utenti. Per questo abbiamo ideato insieme un simpatico stratagemma… per partecipare al casting senza che l’attesa dell’audizione si trasformi in una giornata interminabile! Nei prossimi giorni su radiospeaker.it e su dimensionesuonoroma.it si potranno conoscere tutti i dettagli di questa nuova sinergia.

Come si svolgerà la giornata di Speaker Factory?
È un’audizione in piena regola: avete presente Billy Elliot o Saranno Famosi? Lunga coda all’ingresso, caldo, fame, sete, nervi tesi, gambe gonfie, amicizie improvvisate con gli altri partecipanti, voci di corridoio, panico 30 secondi prima di accedere alla sala prova. Solo che anziché ballare si parla davanti a un microfono… Occorrono pazienza, passione, determinazione e tanta voglia di farcela!

 

Puoi farci l'identikit del tuo speaker radiofonico ideale?
Le voci alla radio con cui sono cresciuto e che hanno conquistato me e molti altri della mia generazione sono quelle di Ringo, Albertino, Gigi Ariemma, Massimo Braccialarghe, Tony Severo, Antonio Gerardi, Maurizio Modica.

Tra i conduttori emergenti seguo Walter Pizzulli, Marco Parce, Massimo Vari. Per non parlare dei tanti bravi professionisti sparsi tra le piccole radio locali di tutta Italia. In realtà, il mio punto di vista personale spesso differisce dalle esigenze professionali. Faccio del mio meglio per tenerle separate, ma le due cose inevitabilmente possono fondersi tra loro. Sinteticamente, un conduttore contemporaneo (o, come mi piace definirlo, “2.0”) non può mancare di curiosità, fame di novità, empatia e personalità. Sono convinto - l’esperienza e i risultati conseguiti con il nostro lavoro nell’ultimo decennio lo confermano – che la tecnica si faccia sempre in tempo ad apprenderla e che persino il cliché della “bella voce” oggi sia desueto.

Cosa consigli ai ragazzi che parteciperanno?
Di leggere attentamente il regolamento per partecipare al casting sul nostro sito e di venire all’Auditorium Parco della Musica per investire qualche ora di tempo nella propria passione per la radio. Non cerchiamo supereroi dai poteri straordinari o algidi soldatini addestrati nelle scuole di doppiaggio, ma persone comuni che, attraverso il microfono di Dimensione Suono Roma, possano trasmettere la propria energia ed interagire con un audience sempre più esigente ma mai sazia di emozioni.

In bocca al lupo a tutti!

Articolo a cura di Giorgio d'Eccleisia