Lo Spot Radiofonico: il Montaggio e le audio library di Sonoton

Spot Radiofonici

Lo Spot Radiofonico: il Montaggio e le audio library di Sonoton

Gli appassionati, i professionisti o piu' semplicemente i curiosi degli spot radiofonici ricorderanno sicuramente i 2 articoli scritti tempo fa a proposito della pubblicità in radio. (Lo spot radiofonico parte 1 - lo spot radiofonico parte 2)

In quelle 2 occasioni abbiamo parlato di come dovrebbe essere il testo di uno spot efficace e delle regole base per poterlo incidere in modo che renda al meglio, accennando alla durata e alle appoggiature delle parole, senza farci mancare dei piccoli esempi. Abbiamo quindi cercato di delineare le regole fondamentali per incidere uno spot gustoso, ma se volessimo completare l'opera?

Ogni spot è composto da voce, base ed effetti. Noi per ora ci abbiamo messo la voce, ma può capitare che un cliente voglia affidarsi completamente a noi anche per il montaggio e l'effettistica, e allora come fare?

Se il nostro cliente non è troppo esigente e non ha espresso preferenze particolari possiamo scegliere di mettere sotto il nostro spot la parte strumentale di una canzone che ci piace, magari del momento. Si tratta di una pratica diffusa soprattutto nelle radio provinciali, spesso è proprio lo stesso cliente a chiedere una canzone attuale, per fare in modo che il suo spot venga ricordato piu' facilmente e magari per far canticchiare a chi ascolta la numero uno del mese. Si tratta, come abbiamo detto di una pratica piu'ttosto diffusa, per la quale però molto spesso non vengono corrisposti i diritti dovuti. Per sonorizzare uno spot con una canzone del momento o o piu' in generale con un pezzo coperto da diritto d'autore è infatti necessario pagarne i diritti, che non hanno costi cosi' abbordabili.

Per ovviare a questo problema si utilizzano delle librerie di basi che sono vendute su cd o attraverso download digitali. Si pagano i diritti per l'utilizzo delle library e poi si possono sonorizzare gli spot attenendosi alle condizioni contrattuali della libreria scelta.

La scelta della library dipende essenzialmente dai propri gusti, dal budget e, soprattutto, dalle necessità; i tedeschi in questo ci sanno fare, ci forniscono un sacco di risorse pronte all'uso che sono veramente eccezionali.

Una delle library piu' diffuse è sicuramente Sonoton, che ha distributori in tutto il mondo. Date uno sguardo a www.sonoton.de, esplorate le centinaia di categorie presenti e divertitevi a fare ricerche incrociate e ad ascoltare le preview dei brani, rimarrete assolutamente stupiti: questa library è capace di farsi ascoltare anche se non dovete sonorizzare niente, spesso a me capita di ascoltarmi un po' di Sonoton mentre magari parlo con un cliente o faccio altro; grazie al mio orecchio assoluto poi riesco anche a cogliere dei bei passaggi, quindi, nel mio caso mi serve anche per accrescere il mio piccolo estro da musicista e tastierista da strapazzo, ma questa è un'altra storia.

In sonoton sono presenti praticamente tutti i generi, dal pop al rock, dal jazz al folk alla musica etnica, ambient ecc, e ci sono anche un'ampia varietà di titoli dedicati al cinema che sono stati anche colonne sonore di films famosi. La maggior parte dei brani sono anche in tagli da 60, 30, 15 e 10 secondi, sono quindi pronti all'uso: ci basta scegliere la base piu' adatta, il taglio giusto in base alla durata del nostro spot ed il gioco è fatto! semplice no?

Articoli che potrebbero interessarti:

Lo spot radiofonico: scrittura e interpretazione (parte 1)

Lo spot radiofonico: scrittura e interpretazione (parte 2)

Lo Spot Radiofonico: il Montaggio e le audio library di Sonoton