Stalk Radio contro la crisi: Dario Cassini premia gli italiani in difficoltà

Radio News

Stalk Radio contro la crisi: Dario Cassini premia gli italiani in difficoltà

Numerosi e fantasiosi, semplici o stravaganti, utili od oggetti di puro merchandising. Parliamo dei premi che, da sempre, le radio regalano ai propri ascoltatori per legarli a doppio filo alle proprie frequenze. Insomma, la tecnica classica di fidelizzazione che ogni emittente al mondo usa.

T- shirts, cd, automobili, viaggi, deodoranti per l’auto, biglietti di concerti e gadgets vari. Un modo per promuovere il proprio “marchio di fabbrica” e far felice il pubblico. Perché esser da meno? Perché non offrire di più?

Queste le domande che si è posto Dario Cassini, brillante conduttore di “Stalk Radio”, trasmissione radio – televisiva in onda dal lunedi al venerdi su Sky Uno e Radio Kiss Kiss Network dalle 00:00 alle 01:00. Il noto talk show notturno è giunto alla sua seconda stagione ed ha deciso di rompere ogni schema ‘mettendo in palio’ piccoli premi in denaro per i telespettatori in difficoltà.

Nulla di nuovo sotto al sole, direte voi, ma ad essere originale è il meccanismo di assegnazione che prevede una “causale” che dovrà affascinare e convincere Dario Cassini. Una giusta causa, ad esser precisi. Una sorta di misura anti – crisi sviluppata dal basso per aiutare un’Italia davvero in difficoltà.

Come funziona?
Per beneficiare del contributo di Stalk Radio il pubblico può telefonare in diretta al numero verde 800356356 e spiegare le ragioni della richiesta di aiuto, specificando la somma di denaro necessaria a risolvere il proprio problema. La decisione finale non spetta solo al presentatore, sommerso dalle richieste più disparate, ma anche agli ospiti in studio e al pubblico da casa, invitato ad esprimersi su quale caso meriti di essere finanziato.

Un programma di successo, che strizza l’occhio al risultato televisivo dell’iniziativa (audience) ma che al contempo si pone come termometro del disagio di un popolo.

Articolo a cura di Fabrizio Brancaccio