Su Radio1 arriva Plot Machine: il Programma Radiofonico per gli scrittori emergenti

Radio News

Su Radio1 arriva Plot Machine: il Programma Radiofonico per gli scrittori emergenti

"Radio1 Plot Machine è la storia che non c'era, è la storia di un vuoto colmato e riempito con la fantasia, la passione, i sogni di chi ama scrivere per il puro piacere di farlo o per lasciare qualcosa di sé, un' impronta, una traccia, un segno, o ancora - con più pragmatismo- il desiderio di una professione." (Prefazione Ebook Rai Eri 2014-2015 a cura di Flavio Mucciante- Direttore di Radio1)

Se "desiderio" e "fantasia" sono cugine e, l'una e l'altra, si compensano, la creatività partorisce "buone nuove" ogni giorno, in situazioni molteplici e diverse quanto l'estro di ciascun individuo. C'è chi è abile nel lavorare il legno e chi è capace di inventarsi un secondo lavoro, come il personal trainer per dirne una, ma c'è anche chi per passione semplicemente predilige dedicarsi alla scrittura, creando ad arte personaggi e storie, paradossalmente, distanti dalla propria vita.

Cosi ci si può ritrovare "scrittori creativi per diletto" chi, tra un mare di faccende quotidiane, trova il tempo di ritagliarsi un suo spazio tra reale e immaginario. E per quanto non scontato, anche questo hobby, può rivelarsi eccitante e appagante.In fondo anche la Radio, in generale, è la passione o la professione per alcuni, più rilassante e piacevole che esista, quella che da amica, simpatica e attenta,  "accompagna". Quindi non sorprende l'idea di un programma radiofonico di scrittura creativa, dove i protagonisti sono, per forza di cose,  gli ascoltatori, quei creativi dormienti che, all'occorrenza si svegliano, regalando "emozioni" insperate, un pò come "Tana libera tutti!"

E' gratificante scoprire che un programma del genere sia nato in casa Rai, la prima radio nazionale italiana, quella più istituzionale. Radio1, infatti, propone, dall'anno scorso, un percorso radiofonico unico per gli amanti della penna, offrendo un buon servizio sociale ed educativo. Per la prima volta con il programma settimanale "Radio1 Plot Machine", format interattivo e multimediale,  ci si imbatte su un doppio binario che, promuovendo anche un concorso per racconti inediti, parte dalla consapevolezza che la partecipazione attiva dell'ascoltatore potenzia la rete, offrendo nuovi campi di "sperimentazione" tra radio ed editoria.

Per la prima volta l'ascoltatore è direttamente chiamato a sviluppare il suo lato creativo sulla base del suo potenziale talento. Cosi da un lato c'è il gioco del "miniplot" che permette ad ogni singolo ascoltatore, attraverso i social e la messaggistica comune, di creare in diretta il suo breve ed originale epilogo, partendo da un incipit letterario conosciuto. Dall'altra c'è la possibilità concreta di vivere un bel "sogno professionale", partecipando al Concorso

Ufficiale di racconti inediti a tema, promosso dalla Rai in collaborazione con la Casa editrice Mondadori. La struttura concorsuale è semplice. Ogni aspirante scrittore può inviare alla redazione del programma radio un racconto originale sulla base del tema scelto ogni mese dagli autori rai. Ovviamente la lunghezza non può superare i 1500 caratteri e i limiti temporali prefissati pubblicamente.

Nelle puntate vengono selezionati due racconti dalla redazione e letti dalle voci dei giornalisti del Gr e di Radio1. I racconti sono votati settimana per settimana con i “Mi piace” sulla fanpage facebook del programma. Vince la puntata e l’ingresso nella rosa dei finalisti l’opera il cui testo ottiene il maggior numero di “Mi piace” (almeno 100) durante la votazione dalle ore 00.15 del martedì successivo alla puntata appena trasmessa fino alle ore 18.00 del lunedì successivo" I finalisti, scelti dalla Giuria di esperti, avranno alla fine, il diritto alla pubblicazione nel prossimo e-book Rai Eri, edizione 2015-16.

Conduttore pilota del programma resta, anche quest'anno, il giornalista e autore Vito Cioce, voce simpaticamente inconfondibile che, dopo una incantevole rosea di co-conduttrici donne, come le scrittrici Tea Ranno e Sara Lorenzini, si ritrova quest'anno al fianco, per questa prima trance, il famoso giornalista di cronaca nera e scrittore, Massimo Lugli, inviato de "La Repubblica", appassionato di arti marziali e vincitore del "Premio Strega 2009".

"Una buona partenza di stagione che demarca anche il confine tra giornalismo e scrittura. Già nel primo podcast del 14 settembre scorso si punta l'attenzione sulla professione di scrittore con la complicità di Massimo che ne traccia alcuni aspetti, partendo dalla sua esperienza. Cosi scopriamo, in prima battuta, la sua capacità di inventiva facile, ma anche quanto questa professione sia distante dal giornalismo. Noi giornalisti siamo abituati alle Tecniche. La nostra scrittura è tecnica:attacco, chiusa, svolgimento e presa diretta. Questo ci condiziona moltissimo. Per esempio non riusciamo a descrivere un personaggio senza descriverlo immediatamente, appena compare. Invece in un libro la descrizione arriva dopo 70 pagine! E' una tecnica totalmente diversa. Il dialogo non è uno scambio di informazioni, ma uno scambio di emozioni. Penso che sia più facile l'esordio per chi non ha tecnica giornalistica."

Anche Radio1 Plot Machine può rientrare piacevolmente tra le numerose scelte innovative che Radio Rai sta realizzando in questo nuovo millennio, altamente tecnologico, fatto di tante nuove potenzialità. Un bel programma da vivere e non solo da ascoltare in notturna. A voi, buon ascolto partecipativo!

Radio1 Plot Machine: In diretta ogni lunedi sera dalle 23.05 su Radio1 oppure in podcast sul sito www.radio1plotmachine.rai.it

Articolo a cura di Nicoletta Zampano