Talent Radiofonici: i più famosi delle Radio italiane

Curiosità Radiofoniche

Talent Radiofonici: i più famosi delle Radio italiane

Tanta, troppa la voglia di tramutare la propria passione in un lavoro in grado di accrescere maggiormente il legame con il media che invogliano le nuove generazioni ad intraprendere un percorso nell’ambito della conduzione radiofonica.

I consigli sono molteplici da parte degli esperti del settore, i quali invitano le nuove leve a formarsi sapientemente per poter competere nel vasto e concorrenziale mercato radiofonico.

Questi infatti, come molti sanno, nella maggior parte dei casi sono in qualche modo costretti a reclutare personalità, reclutare “personaggi” estranei probabilmente all’FM, ma potenzialmente forti per un aumento dello share, aspetto quest’ultimo primario per l’editore e le sorti del suo “gioiellino”.

Insomma, lo abbiamo spesso ribadito e continuiamo a sottolineare che sarebbe utile anche rischiare. Provare a dare voce a nuovi speaker in grado di porre un freno al continuo “ giro di valzer” dei  conduttori che, pur ritrovandosi in radio diverse, restano sempre gli stessi.

Rinnovare, quindi, per creare qualcosa di originale e maggiormente “giovane”.

Tale pensiero, fortunatamente, ha destato l’attenzione di alcuni editori che già da diversi anni hanno deciso di confezionare format in cui poter dare la possibilità, alle nuove “voci”, di esprimersi, nelle medesime location predilette dagli amanti del mezzo.

E’ il caso di RDS che ogni anno propone il talent capitolino organizzato da Dimensione Suono Roma. Stiamo parlando di Speaker Factory che, nel corso delle varie edizioni, ha visto la presenza di numerosi aspiranti conduttori, pronti a dare il meglio di se dinanzi agli occhi, ma soprattutto alle orecchie attente del direttore artistico.

RDS intanto continua ad aprire le porte dell’Academy; da circa un mese è possibile caricare on-line il personale video di presentazione, che sarà attentamente valutato insieme agli altri che perverranno in sede, i più fortunati entreranno nella prestigiosa scuola di formazione radiofonica ed il più meritevole, si aggiudicherà il contratto di lavoro nella Radio 100% Grandi Successi.

Allo stesso modo, anche Radio 105, nei mesi precedenti, parallelamente all’internazionale evento milanese, ha promosso il concorso dal titolo: “I’ m loving Expo”. Circa 400 le candidature ricevute, ma solo 3 sono stati selezionati per portare avanti il programma.

Ed ancora, la scorsa estate,  nell’ormai consolidata meta balneare, quella di Riccione, Linus, sulla scia del tramontato format “Un giorno da Deejay”, ha lasciato libero il palco della radio del gruppo L’Espresso, per l’esibizione di band emergenti e abbastanza talentuose

Chiudendo il discorso Casting dell' On-Air, attualmente in corso su Radio2, "W Guglielmo Marconi", il talent firmato dal Ruggito del Coniglio che ha visto sfidare gli aspiranti speaker a colpi di live.

E per chi volesse invece dar sfogo alla sua arte da Produce Musicale? In onda dal 2014 su Sky Uno e dal 2016 su Italia 1, arriva "TOP DJ": un programma televisivo italiano dedicato al mondo del clubbing e del dj-ing. Nelle prime due sagioni la trasmissione aveva come Radio Ufficiale, Radio Deejay, mentre dal 2016 con il passaggio su Italia 1, la Radio Ufficiale della trasmissione è diventata Radio 105.

Tra l’altro, navigando sul web, abbiamo notato la presenza di talent organizzati anche da svariate realtà locali o regionali.

Una trovata pubblicitaria o il bisogno effettivo di allargare lo staff? Non lo sappiamo. Indubbiamente il consiglio è di provarci sempre, magari ponendosi i doverosi limiti nella consapevolezza di aver fatto magari l’ “impossibile” pur di realizzare il proprio sogno.

Insomma, cogliere le occasioni e mostrare il meglio delle capacità, auspicando anche nella buona sorte!

Articolo a cura di Maurizio Schettino