Tutto il Calcio Minuto per Minuto

Programmi & Radio Shows

Tutto il Calcio Minuto per Minuto

Alzi la mano quale italiano, almeno indirettamente, non ne ha mai sentito cinque minuti in diretta. Stiamo parlando dell'ultra cinquantenaria trasmissione «Tutto il calcio minuto per minuto», che da oltre mezzo secolo accompagna i pomeriggi domenicali degli appassionati sportivi nel Bel Paese.

La sua data di esordio nelle frequenze risale al 10 gennaio 1960. L'intuizione è di Guglielmo Moretti, voce storica di Radio Rai, dove fino al 1976 conduce l'intero pacchetto della trasmissione, Domenica Sport, che abbraccia anche la mezz'ora precedente il fischio d'inizio, e si protrae sino alle interviste del post partita. Merita di essere menzionata la sua ultima presenza nelle dirette: ai Giochi Olimpici di Los Angeles, nel 1984.

Nell'essere pioniere dell'iniziativa, Moretti è coadiuvato da altri due guru del microfono a Saxa Rubra: Sergio Zavoli e Roberto Bortoluzzi. Il primo, classe 1923, è stato un giornalista eclettico, e la sua versatilità gli ha consentito di poter spaziare con gli interessi, andando ben al di là del rettangolo verde. La sua attività radiofonica durò 15 anni ,dal 1947 al 1962, prima di passare alla televisione, dove si rese ugualmente inventore di un'altra trasmissione di successo: Processo alle tappe, incentrata sulle vicende del Giro d'Italia.Nel 2007, riceve Honoris causa la Laurea in Editoria e Giornalismo, dall'Università di Roma Tor Vergata.

Roberto Bortoluzzi, nel 1954, segue da inviato radiofonico il Mondiale di calcio disputatosi nel 1954 in Svezia, insieme anche a Vittorio Veltroni (padre di Walter). Rimane al timone della trasmissione per ben 28 anni consecutivi, fino al 1987, anno del suo pensionamento, avvenuto nel 1987. Va evidenziata anche la malleabilità di Beppe Viola: oltre al calcio, padroneggiava alla perfezione anche regolamento e linguaggio tecnico di pugilato, ippica e motori.

La morte lo ha portato via ancora giovane, soli 43 anni; era forte la sua amicizia con un altro Totem del giornalismo sportivo italiano: Beppe Viola. In 9 hanno avuto il privilegio, attraverso la loro voce, di annunciare all'Italia intera in diretta la vittoria di uno scudetto: Ciotti e Ameri, Forma e Repice, Cucchi e Gentile, Nesti, Viola e Dalla Noce.

Articolo a cura di Federico Ventagliò