Il Teatro alla Radio grazie a Tutto esaurito di Radio 3 Rai

Radio News

Il Teatro alla Radio grazie a Tutto esaurito di Radio 3 Rai

Il mese di novembre di Radio3 sarà dedicato fortemente al teatro contemporaneo italiano e internazionale con serate in diretta, spettacoli appositamente registrati per la radio, spezzoni di archivio, radiodrammi originali e interviste ai protagonisti del palcoscenico.

Il teatro interpretato in suoni e suggestioni su una frequenza d'onda con nomi illustri ed emergenti della letteratura e del teatro, sicuramente costituisce una proposta radiofonica d'effetto, dove battuta dopo battuta, tra un ingresso e un'uscita di scena, gli interpreti creano con le loro voci un tessuto di relazioni che, in un susseguirsi di spazi e di tempi, definisce lo spettacolo, regalando a chi è lontano un vero show di tutto rispetto.

Per la terza edizione del programma Rai, "Tutto esaurito!", il cartellone è ricco di molteplici sfumature che toccano vari temi tra cui spiccano la violenza sulle donne e la situazione di stallo socio-economica del nostro Paese.

Il progetto può rappresentare una risposta concreta alla crisi culturale in cui versa il teatro, ma anche un invito al confronto e al vivo dibattito intellettuale che parte dalla scena per arrivare al singolo. Una sorta di educazione ai saperi, dove il teatro come forma artistica diventa fonte di conoscenza del comportamento umano in tutte le sue forme ed espressioni.

Un'iniziativa voluta caldamente dal Direttore di Radio3,  Marino Sinibaldi, che sul programma sintetizza in poche battute "Proprio mentre molti spazi teatrali vivono un periodo difficile noi rilanciamo con un'offerta volutamente abbondante e sappiamo che oltre la nostra rete sarà presto tutta la Rai a riportare il teatro al centro dell'attenzione. Nonostante tutto, il teatro è infatti uno spazio straordinariamente creativo, sempre aperto e attivo che si rinnova continuamente, come dimostra il gran numero di giovani che aspirano a farlo o che lo seguono"

In particolare nel corso delle puntate i meccanismi fonetici saranno studiati in vari appuntamenti con interpreti come Franco Scaldati, Ermanna Montanari e Chiara Guidi che si inseriscono nel ciclo di incontri "Dimore delle voci", realizzato in collaborazione con il Centro Teatro Ateneo. Nella programmazione si prevedono anche frammenti d'archivio di spessore come "Altri tempi" di Pinter del 1972 e "Teatrino" di Tommaso Landolfi diretto nel 1963 da Andrea Camilleri. Un appuntamento da non perdere per gli amanti della buona cultura da palcoscenico.

Fonti:http://www.radio3.rai.it/dl/radio3/programmi/articoli/ContentItem-e572e7c3-68e4-4920-80e0-4fbe4b461bc0.html

http://www.radio3.rai.it/dl/radio3/programmi/articoli/ContentItem-7380b157-a17c-46ce-b34b-9321adeb0cf5.html

Articolo a cura di Nicoletta Zampano