Twitter Awards: a Radio Deejay, il premio come Miglior Brand

Radio News

Twitter Awards: a Radio Deejay, il premio come Miglior Brand

Sulla scia delle grandi kermesse cinematografiche e di spettacolo in cui vengono premiati i grandi nomi del “Jet Set”, i social network si adeguano! Anche quest’anno, infatti, si è rinnovato l’appuntamento con i “Twitter Awards”, i premi ai migliori followers della rete. La premiazione, avvenuta lo scorso fine settimana, si è svolta presso lo Spazio teatro IED Moda, in occasione della “Settimana della Comunicazione” a Milano.

Innumerevoli i nomi dei vincitori, risultati dalle votazioni esprimibili sul sito della manifestazione. Il premio assoluto come “Miglior Twittero” è stato vinto da @Iddio che si aggiudica anche il titolo di “Miglior finto account”. Lo stesso @Iddio afferma che per lui Twitter è una valvola di sfogo ed uno strumento che gli offre molte possibilità. Sarà questo il motivo per cui oggi, all’età di 31 anni, scrive anche battute per programmi televisivi ? Nella lista dei premiati figurano anche Selvaggia Lucarelli, come “Migliore celebrità” e Beppe Severgnini,al quale va il titolo di “Miglior Giornalista”. Ed è proprio quest’ultimo a ritenere veritiero un premio del genere, inteso come prova di stima da parte della gente.

Ma tanti altri sono stati i riconoscimenti: dal “Miglior hashtag” al “Miglior fake account”, passando per il “Twittero più simpatico” sino ad arrivare a quello “più stiloso”. Anche il mondo della radiofonia non è stato esente dalle premiazioni del social network; infatti ad aggiudicarsi il premio come “Miglior Brand” è Radio Deejay.

Un nuovo riconoscimento per l’emittente del “Gruppo L’Espresso”, a poco tempo dal compimento dei 30 anni e in un periodo storico in cui anche il mezzo radiofonico si adegua alle nuove tecnologie della rete. Ormai i social network sono “alla portata di tutti”, anche delle tante radio che usufruiscono di tali mezzi per promuovere format o semplicemente per instaurare un’interazione diretta con gli ascoltatori, a discapito di quel servizio di messaggistica che ormai sembra passato o comunque meno immediato rispetto ad un “like” o ad un “cinguettìo”.

Insomma, complimenti a Linus e a tutta la squadra di Radio Deejay per aver ottenuto anche questo risultato ed espresso la forte presenza del marchio in un’era tecnologica in evoluzione, dove “tenerle il passo” sembra sempre più difficile.

Articolo a cura di Maurizio Schettino