Web Radio Station: la radio "libera" parla con Radiospeaker.it

Interviste

Web Radio Station: la radio "libera" parla con Radiospeaker.it

Oggi Radiospeaker.it incontra Stefano Forino, editore e responsabile del progetto WRS (WebRadio Station).

Buongiorno Stefano qual è il tuo ruolo all’interno della web radio?
Sono il responsabile ed editore, del progetto WRS (WebRadio Station). La nostra web radio nasce dalle ceneri di CrediRadio, un progetto, poi arenato, dove si cercava di dare una mano alle persone in cerca di credito bancario; esso prevedeva, tra l'altro, di mettere a disposizione consulenti aziendali, mediatori ed agenti al servizio della clientela. Oggi invece, ci rivolgiamo ad un pubblico che, senza grossi impegni, abbia solo voglia di ascoltare buona musica e, attraverso il nostro blog, essere informato di ciò che gli accade intorno.

Come è nato questo progetto?
Il progetto WRS adesso ha preso la conformazione di una radio "libera" a tutti gli effetti, certo è che non si ascolteranno le dediche (come una volta), ma i programmi sono tutti tenuti da professionisti che si divertono e fanno questo mestiere per pura passione.

Quale è il pubblico di riferimento?
Il nostro pubblico è vario, non c'è un preciso riferimento. Certo che abbiamo il nostro zoccolo duro di ascoltatori che ci suporta con circa 1650 iscritti su Facebook ed addirittura qualcuno si è preso la briga di creare una pagina fan, che seguiamo costantemente per incontrare i favori dei nostri ascoltatori.

Qual è la differenza tra la vostra e le altre web radio?
Non credo che ci siano grosse differenze con altri, siamo in contatto con altre web radio, con cui ci scambiamo collaborazioni. Questo è davvero il motore delle radio sulla rete. Tutto è mosso da collaborazione, passione e voglia di fare qualcosa di diverso dal solito FM. Si comincia proprio cosi: un microfono, un mixer, un buon pc e tanta, tanta passione.

Che musica trasmettete?
Il pubblico a cui si rivolge WRS è tutti quelli a cui piace la buona musica, in prevalenza trasmettiamo ACID JAZZ e POP con qualche incursione nel buon sano e vecchio rock.

Cosa pensi di Radiospeaker.it?
Radiospeaker è un progetto interessante, parlare di Radio non può che fare del bene a persone come noi. La radio, in questo momento, ha bisogno di tutto il supporto possibile e Radiospeaker.it è un supporto essenziale per chi, come noi, vive di musica e passione per essa.

Articolo a cura di Giuseppe Opromolla