La diretta su Facebook sostituirà la Radiovisione?

Curiosità Radiofoniche

La diretta su Facebook sostituirà la Radiovisione?

Forse in molti se lo saranno già chiesto, a dimostrazione dell’utilizzo frequente e ampio del social-network più conosciuto al mondo, ovvero Facebook. Quest’ultimo ormai è alla portata di tutti, anche delle radio, tutte, di qualsiasi tipologia o estensione territoriale, che decidono di fruire dell’innovativo canale di comunicazione per dare la possibilità agli ascoltatori di vedere ciò che avviene nel corso della diretta di un programma, con la possibilità, per gli speaker dello stesso, di interagire con gli ascoltatori “vis-à-vis”.

E sono proprio svariate le radio che stanno utilizzando questa modalità di messa in onda, che trova un favorevole consenso di molti ascoltatori, gli stessi che ora gioiscono nel poter vedere finalmente quella “voce” tanto immaginata e che si mostra anche ai loro occhi.

La tecnologia, quindi, che continua ad avanzare, diventa maggiormente funzionale per molte emittenti che decidono di adeguarsi all’idea di una possibile “radiovisione”, termine, quest’ultimo, inaugurato da RTL 102.5, come affermato dal jingle, “la prima, l’unica”, con la quale si è dato avvio a questa lunga fase di contaminazione dei media, radio e tv. Basti pensare alla proliferazione dei canali tematici musicali, anche se, ovviamente, è tutt’altra cosa.

Allo stesso modo, il ritorno di Deejay Tv dimostra questa volontà editoriale di mettere a nudo ciò che è dietro al microfono, mostrando il “dietro le quinte” dell’attività svolta quotidianamente all’interno di un network radiofonico.

Ma, come si diceva all’inizio, l’utilizzo del social di Mark Zuckerberg ha introdotto questa nuova abitudine, quella di utilizzare la funzione “Trasmetti in diretta” di Facebook per la diffusione dei format. Una nuova strategia di comunicazione che ormai  sta spopolando sul web e sul medesimo social – network dall’icona blu. Sono gli stessi personaggi di spicco del panorama radiofonico a condividere sulle proprie pagine i video in diretta, prendendoli dalla pagina ufficiale dell’emittente di appartenza.

Insomma, cambia la tecnologia e cambia la fruizione, un binomio che si fa sempre più largo in questa nuova era, molto concorrenziale, dove le notizie arrivano subito e si fa la corsa per lo “scoop”.

Ormai tutto è monitorato e trasmesso istantaneamente in diretta, anche semplicemente con l’utilizzo di un cellulare. In questo modo c’è chi si adegua per essere “on air”, oltre a chi magari utilizza dispositivi maggiormente sofisticati, quali telecamere, per ricreare quasi l’effetto, passateci il termine, di uno "studio televisivo".

Dinanzi a tale scenario, che non è esente da critiche particolari da parte dei tradizionalisti, ci sorge spontanea una riflessione o meglio, una domanda che ci siamo posti: la diretta su Facebook sostituirà la Radiovisione? Può essere concorrenziale rispetto a ciò che siamo solitamente vedere nei locali o nelle palestre di tutta Italia?

Diteci la vostra!

Articolo a cura di Maurizio Schettino