L'Avvenire critica Fiorello, il conduttore siciliano risponde a tono

Radio News

L'Avvenire critica Fiorello, il conduttore siciliano risponde a tono

Fiorello, noto conduttore radiofonico, ha ricevuto delle critiche da L'Avvenire, che ha pubblicato una lettera in cui viene definito spiacevole il titolo della trasmissione.

Dopo una pausa di alcuni anni, Fiorello è tornato nel mondo radiofonico a tempo pieno, con il suo "Il Rosario della sera", in onda tutti i giorni, dal lunedì al venerdì, dalle 19.00 alle 20.00 su Radio Deejay, emittente che lo aveva lanciato nel 1989 con Viva Radio Deejay. Un lettore de L'Avvenire, quotidiano di ispirazione cattolica, ha espresso il suo dissenso riguardo il titolo della trasmissione, ritenuto "spiacevole". La stessa parola è stata usata da Fiorello, come riportato da ragusanews.com, che il 20 marzo in diretta si è espresso così: "Brasile, arrestati il vescovo, il suo vice e quattro preti: associazione per delinquere. Bene, non c'è nessuna battuta da fare su questa notizia, che è una notizia spiacevole..".

Viene riportata inoltre, sempre dalla stessa fonte, che Fiorello abbia invitato L'Avvenire a pensare a  informare piuttosto che criticare. Non è la prima volta che il programma si trova al centro di polemiche, visto che qualche settimana fa vi avevamo riportato qui le parole di Luca Bottura, che si è visto chiudere il suo "Tuttorial" a fine gennaio, proprio per far spazio a Fiorello nella medesima fascia oraria. In questo caso però, c'è stato il lieto fine, con Linus e il conduttore che si sono riappacificati pochi giorni dopo.

Anche se "Il Rosario della sera" è nato meno di due mesi fa, ha già fatto parlare di sé: speriamo che in futuro torneremo a esperimerci sul programma sulle pagine di Radiospeaker.it, magari solo ed esclusivamente per questioni radiofoniche.

Articolo a cura di Alessio Di Pietro

 

Corsi di Radio

Sogni di lavorare in Radio e non sai da dove cominciare?
Scegli uno dei Corsi di Radiospeaker.it!

Fill out my online form.
HTML Forms powered by Wufoo.