m2o, Marlen Pizzo: la curiosità è l'arma fondamentale

Radio News

m2o, Marlen Pizzo: la curiosità è l'arma fondamentale

A inizio mese è partita ufficialmente la nuova radio m2o di Albertino, che ha visto lo stravolgimento quasi totale del palinsesto e l'introduzione di nuove voci. Una di queste è Marlen Pizzo, che arriva da 3 anni di RDS.

Nei giorni scorsi l'abbiamo incontrata per farci raccontare qualcosa della sua carriera radiofonica e la nuova avventura nell'emittente del gruppo GEDI.

1) Ciao Marlen, l’inizio della tua carriera radiofonica risale ad alcuni anni fa: come è nata la passione della radio e come hai mosso i primi passi? Ti saresti mai aspettata di arrivare così in alto?

"E' iniziata come un gioco. Un amico ebbe l'idea di far uscire in edicola, in provincia di Cuneo, una rivista con cd allegato per promuovere la musica di band emergenti. Si pensò in parallelo ad un programmino radio pre registrato per diffondere l'idea e fui coinvolta nel progetto. Mi sembrò da subito molto divertente. Era il 2003 o 2004. Allora ero allieva della Scuola del Teatro Stabile di Torino quindi mi divertiva fare esperimenti diversi dal teatro".

2) Dopo RDS Academy e Dimensione Suono Due, hai passato 3 anni a RDS. Che esperienza è stata?
"La mia prima esperienza al network. Ricordo che all'inizio mi spaventava l'idea di parlare con tutta l'Italia. Sicuramente è stata una grande esperienza formativa".

3) Come hai maturato la decisione di abbandonare una delle radio più ascoltate d’Italia per accasarti nella nuova m2o? Come è arrivata la chiamata?

"Una serie di coincidenze e la voglia di fare esperimenti che ho da quando sono piccola. Raggiunto un traguardo penso a quello successivo. Avevo bisogno di mettermi alla prova e cercare stimoli nuovi: solo così si tiene viva la creatività!".

4) Quali sono i segreti per condurre una diretta frizzante, divertente e mai noiosa?
"Eheheh e chi lo sa? Non c'è un metodo ufficiale. Ognuno ha il suo. Sicuramente la personalità gioca un ruolo importante, ma fondamentale è la curiosità, la voglia di leggere, ascoltare, osservare. In un certo senso si lavora sempre perchè magari ti capita di uscire e vedere/vivere qualcosa di straordinario che poi non vedi l'ora di approfondire e raccontare a tutti. Bisogna stare sempre sul pezzo".

5) Come ti sembra questo nuovo progetto a radio m2o? 
"Il progetto è partito...sta a voi giudicare. Da dentro è una meraviglia. Io mi diverto molto".

6) Quali sono i tuoi consigli per i giovani speaker che sognano di entrare in un network nazionale?
"Sembra una banalità, ma la mia storia mi ha sempre insegnato che i sogni vanno inseguiti. Lo studio e il tempo speso ad ascoltare, provare e ricercare non è mai abbastanza. E' importante individuare la propria strada e per farlo serve una grande onestà. A volte la passione non basta. Bisogna capire qual è davvero il proprio obiettivo e una volta individuato puntare dritti a quello contro tutto e contro tutti".

Articolo a cura di Francesco Pinardi

Corsi di Radio

Sogni di lavorare in Radio e non sai da dove cominciare?
Scegli uno dei Corsi di Radiospeaker.it!

Fill out my online form.