Streaming Video: DAZN batte la Radiocronaca?

Radio News

Streaming Video: DAZN batte la Radiocronaca?

A partire da questa stagione di calcio, come sappiamo, è nata una nuova piattaforma per vedere le partite di calcio di serie A e serie B, si chiama Dazn. Per giorni siamo stati bombardati di pubblicità in radio e tv, ma durante il primo esordio alcuni utenti hanno riscontrato dei problemi con il segnale, criticando, forse troppo velocemente, l'ultima app arrivata.

Nei primi due turni di campionato infatti, migliaia di utenti hanno riscontrato problemi con la visione delle partite, a causa di rallentamenti nella trasmissione e continue interruzioni delle immagini, tutto questo ovviamente senza l'HD o il 4K. 

Questo motivo ha portato molti italiani a tornare al classico strumento per seguire le partite fuori casa: la radio. Essa infatti ancora oggi riesce a vincere le soluzioni più tecnologiche che, come abbiamo visto, in Italia riscontrano ancora diversi problemi a causa delle connessioni non così stabili. Tantissime città italiane infatti non sono ancora raggiunte dalla fibra, che migliorerebbe molto la trasmissione delle partite.

L’amministratore delegato di DAZN, James Rushton, ha spiegato che i problemi sono stati causati da un peggioramento della performance del servizio causato da un intoppo nelle reti di server usate per la distribuzione dei contenuti. Il problema è relativo a un singolo Cdn (reti di server per la distribuzione dei contenuti audiovisivi che gli operatori acquistano per avere una capacità aggiuntiva). Ciò ha generato il re-buffering (quando l’immagine si blocca) su tutti i dispositivi che ha impattato su molti utenti per diversi minuti.

La radio invece, solido riferimento da anni, con le sue frequenze permette di ascoltare le radiocronache delle partite comodamente e senza interruzioni o rallentamenti.

Quanti di voi mentre stavano guardando una partita su Dazn hanno ricevuto la notifica del gol su smartphone prima di vederla sul televisore? Infatti, a differrenza dello streaming nel suo uso generale, la radio non ha ritardi di trasmissione e permette di seguire il match in tempo reale.

Dunque, considerando le tecnologie arrivate in questo 2018, per voi la radiocronaca continua ad essere un modello insostituibile? 

Articolo a cura di Francesco Pinardi

Corsi di Radio

Sogni di lavorare in Radio e non sai da dove cominciare?
Scegli uno dei Corsi di Radiospeaker.it!

Fill out my online form.
HTML Forms powered by Wufoo.