Radio Maria a tutto volume: lite tra vicini sfocia in aggressione

Curiosità Radiofoniche

Radio Maria a tutto volume: lite tra vicini sfocia in aggressione

Lite tra vicini finisce con un pugno con tanto di minacce, e la causa principale è Radio Maria.

Siamo in una palazzina di Vicenza, dove una signora di 85 anni era solita ascoltare la televisione e la radio fin dalle primissime ore del mattino, e al massimo volume.

Comportamento che col tempo ha finito per far innervosire parecchio i suoi vicini di casa, soprattutto nel periodo estivo, quando la signora teneva le finestre aperte con la messa a tutto volume.

L’anziana è un’ascoltatrice affezionata di Radio Maria, e pare che ogni mattina ascoltasse l’emittente al massimo del volume, per accompagnarsi durante le preghiere.

Le prime lamentele da parte del vicinato, come apprendiamo da www.corriere.it, hanno spinto il figlio della signora a fornirle un apparecchio acustico, che però non ha portato all’effetto sperato, dato che il volume della radio è rimasto invariato. Una situazione che per i condomini era diventata insostenibile, e che è stata addirittura causa di un’aggressione con tanto di minacce.  

Radio Maria a tutto volume: aggressione e minacce in una palazzina

Uno dei vicini, 47 anni, separato dall’appartamento della signora solo da un muro, un giorno di luglio 2017 sceglie di affrontare direttamente il figlio della donna, spingendolo contro un muro del palazzo e dandogli un pugno. Quando l’anziana si affaccia sul pianerottolo per vedere che cosa sta succedendo, l’uomo passa invece alle minacce verbali, urlando: “Darò fuoco alla casa, alla radio, alla tv.”

La vicenda non ci ha messo troppo per uscire dalle mura del palazzo, e con la conclusione delle indagini preliminari l’aggressore potrebbe dover rispondere alle accuse in un’aula di tribunale.  

Articolo a cura di Vittoria Marchi

Corsi di Radio

Sogni di lavorare in Radio e non sai da dove cominciare?
Scegli uno dei Corsi di Radiospeaker.it!

Fill out my online form.