Radio Milano 1602: la radio AM di Milano!

Interviste

Radio Milano 1602: la radio AM di Milano!

Oggi vi parliamo di un progetto molto interessante e particolare: Radio Milano 1602 AM. L'emittente in questione, con sede a Milano, ha scelto di trasmettere la propria musica e i propri programmi... in onde medie!

Una scelta che va controcorrente rispetto al momento storico che viviamo. Infatti abbiamo parlato spesso di multipiattaforma, diffusione radio via IP, DAB+, ... ma non ci era ancora capitato di trovare un progetto simile. 

Abbiamo contatto Adriano Ronchi, esperto di tecnologie per la radiofonia e station manager di Radio Milano 1602, e Filippo Piervittori, giornalista e imprenditore nei settori dell'editoria digitale e dello smart working, nonchè editore di Radio Milano 1602. Ai due professionisti abbiamo posto qualche domanda per capire e conoscere meglio l'emittente.

Com'è nato il progetto Radio Milano 1602?

"Radio Milano 1602 è nata dopo l'ottenimento dal parte del Ministero dello Sviluppo Economico di alcune frequenze in onde medie nel nord Italia, i 1602 kHz di Como (delocalizzato a Milano dopo un iter burocratico internazionale in sede ITU), Biella e Brescia e il 1584 kHz di Alessandria. Alcuni di questi ancora in fase di attivazione. Radio Milano 1602, però, è frutto di varie esperienze radiofoniche precedenti e di collaborazioni importanti, in primo luogo perché Adriano Ronchi è stato editore di una radio milanese storica, Radio Planet, e fa parte dello staff che ha brillantemente riportato ai vecchi fasti sul web il nome di Radio Milano International a fianco di Pierfrancesco Borra. Radio Milano 1602 è dunque “cugina” di queste esperienze e può vantare il supporto di appassionati ed esperti del mondo radiofonico. Tra questi non possiamo non citare alcune colonne portanti della nostra radio: Giorgio Tagliabue, Simone Brivio, Ruggero Biamonti, Luca Lemma, Francesco Ippolito".

Siete partiti dal web o avete puntato subito sulla diffusione AM? Come mai avete scelto le onde medie?

"La volontà era quella di realizzare una radio che fosse vintage fino in fondo, che suonasse “old style”, che lasciasse assaporare il gusto del vinile, i suoni delle radio libere anni '70 e '80, che avesse una proposta musicale molto diversa dal panorama musicale delle radio FM. Ma non volevamo essere solo una “web radio”. Questo senso di vintage e libertà un po' piratesca si riassumeva perfettamente nelle onde medie che, con la loro propagazione notturna, valicano confini e si fanno “internazionali” con quel suono innegabilmente retrò. In questo senso Filippo Piervittori è voluto uscire dalla sua “zona di comfort” visto che si occupa di editoria digitale da oltre 15 anni. Quando sono usciti i primi comunicati stampa in cui si diceva che il MISE avrebbe assegnato frequenze in onde medie ex Rai il richiamo è stato irresistibile. Il luogo giusto per un progetto del genere non poteva che essere l'“AM” e a Natale del 2017 è arrivato il “regalo”, la PEC ministeriale con l'assegnazione. E' chiaro, però, che Radio Milano 1602 non chiude gli occhi all'innovazione tecnologica, c'è una grande attenzione per poter offrire ai nostri radioascoltatori un'ottima qualità di ascolto in streaming sul nostro sito www.radiomilano1602.it, sulle App per Android e iOS e, tanto per far capire che non siamo solo romantici nostalgici delle valvole (anche se ci piacciono parecchio), siamo già ben presenti sugli assistenti vocali Amazon Alexa e Google Home che rappresentano parte del futuro radiofonico."

Radio Milano 1602: la radio milanese che ha scelto di trasmettere in onde medie

A livello di palinsesto qual è la vostra proposta?

"Oggi Radio Milano 1602 trasmette principalmente musica inglese e statunitense anni '70, '80 e '90, ma vorremmo, mano a mano, introdurre alcuni spazi dedicati alla musica italiana di quel periodo e alle novità musicali che meritano spazi radiofonici non vincolati dal mercato e che siano in linea con il nostro “mood” musicale, anche per contribuire alla ricerca di nuovi talenti della canzone che sappiano davvero far bella musica.Vogliamo essere una radio per chi viaggia e, a Milano, la nostra ricezione in onde medie è ottimale sulle tangenziali, i grandi nodi viari autostradali e sulle strade extraurbane, vogliamo essere dunque la radio dei pendolari, di chi sta in auto per lavoro tutto il giorno, e dunque, senza togliere spazio alla musica, proponiamo brevi ma frequenti aggiornamenti informativi: news, meteo, traffico, agenda degli eventi cittadini, novità sui motori, bollettino della neve e, a breve, rubriche su tecnologia, musica e altro ancora. Abbiamo anche uno spazio “autogestito” dai radioascoltatori che possono far saluti, auguri, dediche, commenti ogni ora inviando un vocale via WhatsApp al nostro numero diretto 392.2221602. A Pasqua (e speriamo di replicare presto) Radio Milano 1602 ha offerto due splendide dirette dall'Inghilterra condotte da Grant Benson dagli studi di Radio Caroline, l'emittente radiofonica britannica ex pirata, fondata nel 1964 da Ronan O'Rahilly, celebre per essere stata la prima ad aggirare il monopolio statale del settore, a quel tempo in mano alla BBC trasmettendo da marzo del 1964 dalla nave ribattezzata MV Caroline e nota per aver ispirato il film “I Love Radio Rock”. Una collaborazione che per noi di Radio Milano 1602 è davvero qualcosa di molto speciale, ovviamente."

Quali sono gli obiettivi futuri?

"L'obiettivo futuro è rendere in primo luogo sostenibile questa sfida delle onde medie, progetto non facile e ambizioso viste le intrinseche peculiarità della tecnologia trasmissiva. C'è poi la volontà di diventare uno spazio davvero libero nella radiofonia milanese a contatto con la città con gli eventi e le realtà giovanili e associative, dando anche spazio ai programmi radiofonici più interessanti che arrivano dal web. Una grande soddisfazione ce la stanno dando i nostri followers su Facebook che crescono a vista d'occhio e sono sempre molto partecipi e “interattivi”. Si sta formando una vera community di migliaia di fan ed è già nato un gruppo di ascoltatori di Radio Milano 1602 su Facebook cosa che ci ha fatto davvero molto piacere. Obiettivo sul fronte tecnologico è quello di innovare nelle onde medie grazie alle sperimentazioni di Adriano Ronchi e del suo team tecnico, con una qualità del suono sempre maggiore, una resa migliore e la possibilità di far convivere in un'area geografica interregionale più frequenze 1602 kHz grazie a sistemi digitali di sincronizzazione programmata per permettere una copertura più ampia e qualitativamente interessante. Insomma le sfide per Radio Milano 1602 non mancano...!"

Intervista a cura di Stefano Tumiati

Corsi di Radio

Sogni di lavorare in Radio e non sai da dove cominciare?
Scegli uno dei Corsi di Radiospeaker.it!

Fill out my online form.