RadioUniBa: Radiospeaker.it intervista lo Station Manager

Interviste

RadioUniBa: Radiospeaker.it intervista lo Station Manager

Nasce RadioUniBa, la web radio dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro: il progetto vuole essere uno spazio sull’attualità, sulle notizie della città e del mondo universitario. «Una radio degli studenti fatta dagli studenti», proprio come l’ha fortemente voluta il Rettore dell’università, Antonio Felice Uricchio.

RadioUniBa cura molto la musica, dà spazio alle idee progettuali di intrattenimento presentate dagli studenti oltre a quelle di impronta più “istituzionale”, ma l’aspetto più interessante è certamente quello formativo, molto improntato al giornalismo: presto la web radio sarà ufficialmente una testata, consentendo ai collaboratori interessati di conseguire il tesserino da Pubblicisti. Un’occasione importante, che non tutte le web radio universitarie offrono ai loro studenti.

«Abbiamo presentato l'istanza al Tribunale per la registrazione della testata giornalistica – ha precisato lo station manager di RadioUniBa, Ilario Mastropasqua, raggiunto telefonicamente da Radiospeaker. Il Rettore ha preteso che ci fossero una serie di giornalisti professionisti i quali, anche se non quotidianamente, danno linee guida e sono a disposizione degli studenti per dubbi e chiarimenti.

La prima messa in onda ufficiale di RadioUniBa c'è stata sabato 30 settembre, ma il progetto affonda le sue radici nell’inizio del 2017: «Il progetto è stato messo in cantiere intorno a gennaio di quest'anno – ci ha spiegato Ilario - ci siamo attivati subito per portare a compimento subito gli aspetti burocratici. Successivamente, da marzo, abbiamo iniziato ad ufficializzare e a ristrutturare la location. La struttura si trova in uno dei salotti dell'Università, vicino al Salone degli Affreschi, una zona riservata agli eventi prestigiosi ospitati e organizzati dall'Università».

La gestione è affidata agli studenti, supervisionati e affiancati costantemente soprattutto per quanto riguarda la direzione artistica, per garantire il meglio sotto l’aspetto giornalistico ed informativo. Ci si sta muovendo su tre direzioni: un ricco database giornalistico di interviste per il radiogiornale o da usare come “pillole” nel palinsesto, programmi di impronta istituzionale e programmi più leggeri che spaziano dal calcio alla musica.

«Stiamo cercando di renderla molto meno istituzionale di quanto possa sembrare!».

Per quanto riguarda la musica l’impostazione della rotazione musicale in palinsesto è molto precisa: «Nell’ambito della programmazione ruotano sempre un evergreen, un brano tra il 2015-2016-2017, un tormentone dell’estate e qualche pezzo di musica straniera. Il genere hip hop è quello che va per la maggiore, ma non mancano artisti come Lucio Battisti, Baglioni o Morandi».

La composizione dello staff non è ancora definitiva: ci sono già state due call, una a marzo e una a giugno. Si punta ad un gruppo di una quindicina di persone: «Al momento i programmi, quindi regia e conduzione, sono affidati a gente che aveva già esperienze radiofoniche. Si procede con un affiancamento, fatto con chi sa già stare al microfono e con chi mastica un po' di regia. Ci sta aiutando un professionista esterno al mondo universitario, esperto di doppiaggio, che sta dando le prime informazioni ai ragazzi, ma faremo presto uno short master curando soprattutto la parte tecnica e alla dizione. Serve la preparazione prima di mettersi davanti ad un microfono».

Punta alto, RadioUniBa, sia sotto il profilo della formazione che della qualità dei contenuti: è la voce dell’Università, il punto di riferimento di studenti, autorità ed istituzioni. E non dà scuse per non essere ascoltata: oltre ad essere raggiunta tramite il sito dell’Università e tramite Facebook sono già state predisposte anche le app per tutti i sistemi operativi. «Inoltre stiamo implementando apparati di hotspot gratuiti per l’esterno dell’Università, per avere una copertura anche nelle aree ricreative degli studenti e non solo nelle biblioteche e nelle aree studio».

Il progetto di RadioUniBa è ambizioso e curato nei dettagli, estremamente formativo, coinvolge molto gli studenti e si modella proprio sulle loro esigenze, sulla loro realtà. A tutto lo staff va un grande in bocca al lupo per i tanti progetti futuri, alcuni già in cantiere.

Articolo a cura di Giusy Dente