Rete 180, l'emittente condotta da persone con problemi psichici

Radio News

Rete 180, l'emittente condotta da persone con problemi psichici

La radio che tutti conosciamo è uno dei più potenti mezzi di informazione e intrattenimento: ma può essere anche uno strumento terapeutico? La risposta è sì.

Ne è una prova Rete 180, un'emittente di Mantova che ha la particolarità di avere dei conduttori con problemi psichici. L'idea di metterli davanti a un microfono è stata di Giovanni Rossi, ex primario del reparto psichiatria, mentre il nome della radio è riferita alla Legge Basaglia, la 180, che ha disposto la chiusura dei manicomi.

Il progetto è nato nel 2003 e, nonostante i cambiamenti, Rete 180 è ancora attiva, dopo 16 anni di trasmissioni: «l’idea originaria da cui siamo partiti era fondata sulla convinzione che non dovessero essere gli psichiatri a parlare a nome dei pazienti» sono le parole del fondatore riportato sul Corriere della Sera, che ha spiegato che il doversi mettere in gioco davanti un microfono aiutava i pazienti a "tenere a bada" le voci che sentivano.

Rete 180: i pazienti diventano conduttori

Alla radio è stata affiancata l'associazione di volontariato Mi Riguarda – Osservatorio per la salute mentale e la lotta allo stigma, che ospita anche l'intera redazione di Mantova e che permette a Rete 180 di poter produrre contenuti e podcast. 

Nonostante i conduttori abbiano problemi psichici, i temi che si discutono sono molto vari a discrezione della redazione: si parla di attualità, cultura e sport. 

Per ascoltare Rete 180 basta collegarsi al sito ufficiale, che oltre ai podcast offre una vasta gamma di contenuti e approfondimenti.

Articolo a cura di Alessio Di Pietro

Corsi di Radio

Sogni di lavorare in Radio e non sai da dove cominciare?
Scegli uno dei Corsi di Radiospeaker.it!

Fill out my online form.