Inghilterra: Speaker Radiofonico salva la vita ad un ascoltatore in Diretta

Curiosità Radiofoniche

Inghilterra: Speaker Radiofonico salva la vita ad un ascoltatore in Diretta

È successo pochi giorni prima di Natale, e la notizia ha fatto rapidamente il giro del mondo.  

In Inghilterra, un’aspirante suicida ha telefonato in diretta al programma radiofonico che seguiva abitualmente. Una telefonata che ha finito per salvargli la vita.

In onda sull’emittente inglese Talk Radio, l’attore, comico e speaker radiofonico Ian Lee riceve la telefonata di Chris, ascoltatore che si confida velocemente riguardo il suo forte stato di stress e depressione, che lo ha portato alla decisione di togliersi la vita.

L’uomo rivela di aver ingerito un cocktail di farmaci e di essere nei pressi di una discoteca di Plymouth. Informazione che lo speaker radiofonico usa prontamente per chiamare i soccorsi, in attesa dei quali fa del suo meglio per tranquillizzare l’ascoltatore. Riesce anche a farsi descrivere l'aspetto dell'uomo e il suo abbigliamento. 

Come apprendiamo da www.corriere.it, Ian Lee in passato ha parlato più volte della sua personale battaglia contro la depressione e i pensieri suicidi, esperienza che in questo caso gli è stata utile per empatizzare con il suo interlocutore.

“Amico, so che vuoi morire, fratello, ma ti amo. Ti amo. Potresti voler morire, ma possiamo parlarne domani. L’intero Paese fa il tifo per te.” Ecco un sunto del lungo discorso portato avanti dallo speaker radiofonico nei 27 minuti serviti alla polizia per soccorrere l’ascoltatore.

Quanto successo ha ovviamente scosso molto Ian Lee, che poco dopo l’accaduto ha postato questo tweet:

"Stasera abbiamo ricevuto una telefonata da un uomo che aveva preso un cocktail di farmaci. Era disteso in una strada di Plymouth, moribondo. Siamo riusciti a tenerlo in linea, ad ottenere una sua descrizione fisica e di cosa indossava, a capire dove si trovava, e mandargli un'ambulanza e la polizia. Lo abbiamo tenuto al telefono per circa 30 minuti. Lunghi attimi di silenzio ci hanno fatto pensare che fosse morto. È stato intenso e sconvolgente".

Una serata che poteva finire nel peggiore dei modi si è invece conclusa con un lieto fine, e tutto grazie alla voce amica di uno speaker radiofonico. D’altronde, come abbiamo ribadito recentemente qui su Radiospeaker.it: con la Radio non si è mai soli.

Articolo a cura di Vittoria Marchi 

Corsi di Radio

Sogni di lavorare in Radio e non sai da dove cominciare?
Scegli uno dei Corsi di Radiospeaker.it!

Fill out my online form.