La storia di Peppino Impastato diventa un videogioco

Radio News

La storia di Peppino Impastato diventa un videogioco

Peppino Impastato e la sua  Radio Aut diventano un videogioco: l'opera è stata realizzata da un game designer italiano, con lo scopo di raccontare le vicende del giornalista siciliano.

Come riportato da La Stampa, 1977: Radio Aut è un videogioco sviluppato durante la Global Game Jam di Malmö, una manifestazione in cui appassionati di videogame, divisi in team, creano un prodotto giocabile, in relativamente poche ore. Nonostante lavori in Svezia presso lo studio Frictional Games, l'italiano Alex Camilleri è stato uno dei partecipanti e ha voluto proporre qualcosa che all'estero è molto poco conosciuto e spesso romanzato da Hollywood: la storia di Peppino Impastato, giornalista e creatore di Radio Aut, assassinato quasi quarant'anni fa.

Si tratta di un'avventura interattiva, in cui viene ripercorsa la vita di Impastato fin dalla sua nascita, nel 1948, toccando i momenti salienti, tra cui la fondazione di Radio Aut, nel 1977 appunto, con lo scopo di raccontare non solo i fatti di cronaca, ma anche il contesto in cui sono accaduti. Ecco le parole di Alex: “Ci sono persone che hanno studiato il fenomeno mafioso per tutta la vita, quindi non mi arrogherei mai il diritto di sintetizzare un argomento tanto complesso in videogioco sviluppato in 48 ore. Mi interessava realizzare un’esperienza interattiva che fosse testimonianza dell’impegno antimafia e che lo raccontasse in modo molto accessibile, anche fuori dall’Italia.”

Si tratta sicuramente di una bella iniziativa che riporta alla memoria avvenimenti che fuori dai confini nazionali non sono molto conosciuti.