Ciao che fate? Il libro della Pina & Diego di Radio Deejay

Libri sulla Radio

Ciao che fate? Il libro della Pina & Diego di Radio Deejay

Il 3 maggio 2011 è scattata l'ora X in tutte le librerie italiane: "avvistata" l'opera prima di due divertenti e simpatici speaker molto "made made in Italy": la "leggendaria" Pina e il Diego "nazionali". Opera leggera, frizzante, entusiasmante e coinvolgente nata proprio per festeggiare il decennale anniversario del seguitissimo programma pomeridiano "Pinocchio" in onda su Radio Deejay condotto da Pina e Diego, libro condito dai "super consigli" dell' autrice del programma la "Vale".

Specchio riflesso dello show Pinocchio,"Ciao che fate?" ripropone in modo "tematico"e tono amicale da "compagni di viaggio"riflessioni, commenti, sms degli ascoltatori e punti di vista singolari e originali dei due speaker e, non solo, anche le storie di ospiti ormai fissi del programma che sono diventate negli anni le vere "protagoniste": la Lalla (la bugiarda torinese), la Giada (L'adolescente che pensa solo a limonare), l'Afona(che tutto quello che fa e indossa diventa moda), la Katia(la cui vita è una soap opera).

Acquista Subito: CIAO CHE FATE?

La prefazione recita, più o meno cosi: "Questo libro è scritto per tutte le persone speciali che in questi anni sono cresciute con noi e ci hanno divertito, entusiasmato,commosso, che ci hanno fatto arrabbiare,e che ci hanno tanto amato, come noi ogni giorno amiamo loro (...) Ciao, che fate?, questo è il punto. Perchè a noi interessa sapere cosa fate mentre noi siamo qui. Perchè Pinocchio non è il programma di chi conduce, ma di chi ascolta."

Nero su bianco si vive in una vera e propria "Community di amici molto molto speciali" che ogni giorno si incontra sull'etere e parla di tutto: Dal primo bacio, del tipo: "Io e la mia tipa ci siamo baciati a pesce per un anno!", alla sindrome di cenerentola, tipo"Il mio ragazzo controlla in controluce il pavimento per vedere se ci sono macchie". E non finisce qui, anzi: telefonate, tormentoni e soprattutto la spassosa cronistoria delle sigle(tutte) di Pinocchio dagli inizi...

Ciò che conta alla fine è stare insieme e starci "bene" come a casa: questo è in fondo l'obiettivo che ogni programma radiofonico dovrebbe prefiggersi a prescindere dalla tipologia e dal contenuto propri della trasmissione.

Cosa che a Pinocchio sanno molto bene! La radio fatta per benino diventa cosi un viaggio nel viaggio: una sorta di scatola magica dove ognuno, ogni singolo radioascoltatore può metterci del "suo", "fantasticarci", farci un "film", insomma accompagnare il proprio vissuto personale ad un binomio "parlato- context musicale" del tutto particolare, sorprendente e perchè no anche bizzarro a volte....perchè come ci ricordano la Pina e Diego la radio è fatta di persone che vivono, che lottano ogni giorno, che fanno gaffe di tutti i tipi, che realizzano drammi più o meno reali e, in una parola, persone che sono letteralmente "fuori" dal medium, ma che di fondo ne costituiscono il vero"sale"che condisce e pepa qualsiasi palinsesto radio.

Come sottolineano la Pina e Diego, il programma non sarebbe niente senza gli ascoltatori, cosi come ci viene raccontato:"Ricordiamo ancora quell'ascoltatrice che ci chiamò per raccontarci che aveva sentito piangere il vicino di casa e che, pensando di fare cosa gradita, aveva fatto passare sotto la sua porta una lettera di incoraggiamento. Ecco, siamo ancora in attesa di sapere com'è andata a finire quella storia. Perchè, non avendo una vita nostra, ci piace vivere le vostre."

Acquista Subito: CIAO CHE FATE?

Senza i radioascoltatori, senza di "voi" la radio tutta sarebbe una brodaglia insipida che non sa di nulla: chi può ispirare davvero la radio se non la gente comune? Questo libro ci insegna come lo "svuotamento esistenziale" di due speaker in gamba come la Pina e Diego susciti l'arte di "fare Radio".

Un piccolo volume da leggere tutto di un fiato che diventa il simbolo e la storia di una fetta importante di radio italiana, consigliato a tutti gli appassionati di questo medium, ma anche agli addetti ai lavori e a chi aspira ad entrare in questo mondo. E' un libro semplice adatto a tutti, piccoli e grandi senza discriminazioni di nessun tipo cosi come si legge nella "cultura radiofonica" di Radio Deejay. Allora, cosa aspettate? Buona lettura a tutti!

Articolo a cura di Nicoletta Zampano

ACQUISTA SUBITO QUESTO LIBRO