Rai Radio2: torna Blade Runner, Cacciatore di Androidi

Radio News

Rai Radio2: torna Blade Runner, Cacciatore di Androidi

La saga dei grandi sceneggiati radiofonici prosegue grazie all'impegno di Radio2 che rispolvera, dagli archivi di RadioRai, capolavori altrimenti persi per sempre. Dopo il grande successo di “#Alcatraz , un dj nel braccio della morte” e “Il mercante di fiori”, stabili in classifica ITunes, nell'anno del 30ennale della scomparsa di Philip K. Dick e dell'uscita del film di Ridley Scott, dal prossimo 23 aprile a mezzanotte, Radio2 propone "Blade Runner, cacciatore di androidi".

Un ciclo in 15 puntate collezionabili, gratis, in podcast sul sito radio2.rai.it. “Gli sceneggiati di Radio2 sono come i nonni del rock – chiosa il direttore di rete, Flavio Mucciante - non passano mai di moda e sono in grado di animare le passioni di chi li ricorda direttamente e dei giovanissimi.

A testimoniarlo sono i terremoti che Alcatraz, Il mercante di fiori, i radiofumetti Diabolik, Tex e Dylan Dog e in questi giorni Eymerich, hanno scatenato in rete, scalando in pochissimo tempo le classifiche podcast di Itunes”, continua Mucciante. “Tutto questo patrimonio viene ora messo a disposizione degli ascoltatori, nella nuova sezione Vintage di Radio2”: radio2.rai.it/dl/Radio2/archivio.html

Rai Radio2 propone agli ascoltatori un classico della fantascienza, “Do Androids Dream of Electric Sheep?”, il capolavoro di Philip K. Dick che risvegliò l’interesse e la curiosità artistica di Ridley Scott. Il lungimirante e quasi profetico sguardo di Dick sul futuro dell’umanità ispirò infatti il grande regista, che nel 1982, anno in cui lo scrittore morì, iscrisse negli annali della storia del cinema il cult movie “ #BladeRunner ”.

Quindici puntate, dal 23 aprile all’11 maggio, con le voci del film, ormai indelebilmente impresse nella memoria collettiva, e le musiche di Vangelis, compresi quei brani presenti nella prima versione della colonna sonora che Scott non utilizzò per il film. La storia si svolge a San Francisco, dopo che un devastante conflitto mondiale ha sconvolto il pianeta, determinando la fuga degli umani verso le colonie spaziali e l’estinzione di quasi tutti gli animali. Sotto una pioggia costante di “polvere” agisce il protagonista della storia : Rick Deckard, soprannominato “Blade Runner”, un poliziotto incaricato di “ritirare” un gruppo di androidi che si nascondono in città, dopo essere fuggiti dalle colonie extra-mondo.

Il compito di Deckard è difficilissimo, poiché l’ultima generazione di replicanti “Nexus 6”, progettata dall’ingegneria genetica, è diventata sempre più simile agli uomini, capace persino di provare emozioni, di avere ricordi. Lo stesso Dick ammise che la sceneggiatura di “Blade Runner” era una delle sedici possibili trame che il libro offriva al lettore e lo sceneggiato radiofonico non è una semplice riproposta del film, ma si basa sulla trama del libro, più ricca e complessa.

Si mantiene dunque la costruzione dell’universo evocato da Dick, ponendo in evidenza le tematiche che il film ha volutamente tralasciato, come la minaccia della guerra nucleare, il condizionamento della libertà di pensiero operato dai mezzi di comunicazione di massa, specialmente dalla televisione, e la catarsi dell’estasi mistica.

Con Michele Gammino (Rick Deckard), Sandro Jovino (Roy), Renato Mori (ispettore Bryant), Emanuela Rossi (Rachel). Dal romanzo di PHILIP K. DICK Adattamento radiofonico e regia di ARMANDO TRAVERSO. A cura di EMMA CAGGIANO.