Radiospeaker.it incontra Enrico Galletti, a soli 20 anni in onda su RTL 102.5

Interviste

Radiospeaker.it incontra Enrico Galletti, a soli 20 anni in onda su RTL 102.5

Radiospeaker.it ha curiosato nello staff redazionale di RTL 102.5, incontrando una new entry che, da qualche mese, è "on air" nella prima radio d'Italia per numero di ascolti.

Enrico Galletti. Giovanissimo, a soli 20 anni, cura i notiziari del Giornale Orario, oltre ad essere in onda nel fine settimana all'interno del contenitore mattutino di informazione, "Non Stop News".

Emozione, soddisfazione e anche forse maggiore responsabilità nell'essere in onda su RTL, stati d'animo che si riflettono anche nelle sue parole, rilasciate nella nostra intervista, in cui evidenzia la sua passione per la scrittura che l'ha portato sin da subito a collaborare con diverse testate giornalistiche fino ad approdare nel network milanese.

Tanta passione e voglia di continuare ad imparare nelle parole di Enrico Galletti!

Eccole!

1) Enrico, giovanissimo sei in onda sulla prima radio d'Italia per numero di ascolti: una bella soddisfazione ma anche una maggiore responsabilità, vero?

Si, è bello, è una grande soddisfazione. Quando pensi a quei numeri fa un certo effetto, soprattutto per me, non avendo fatto molto da un punto di vista radiofonico, eccetto qualche esperienza iniziale al liceo. Quando sei in studio e metti le cuffie si crea una certa intimità e l'effetto è particolare al solo pensiero che all'ascolto vi sono davvero migliaia e migliaia di persone.

2)Come comincia il tuo percorso nel mondo del giornalismo?

Ho avuto sempre questa passione da quando ero molto giovane. A 8 anni ho cominciato a "rompere le scatole" a chi mi era intorno perché volevo e voglio fare questo lavoro, il giornalista. Sono andato a bussare alla porta del quotidiano locale della mia città, "La Provincia di Cremona", chiedendo di essere messo alla prova. Mi diedero da curare un blog e poi a 15 anni hanno deciso di farmi scrivere il mio primo articolo sulla carta stampata. A me piace tanto scrivere, amo la radio, ma alla base del mio ingresso in questo mondo vi è la scrittura, partita, appunto, con il quotidano di Cremona, poi sono diventato collaboratore del "Corriere della Sera" e la radio, con RTL 102.5.

3)Qual è la tua maggiore aspirazione?

Ho 20 anni e tanti sogni. Ogni giorno mi sembra che se ne aggiunga uno. Non so dirti come e dove mi vedo nel futuro. La radio mi piace tantissimo. Forse il mio futuro è lì. Mi piace pensare che il mio futuro sia ancora un po' tutto da scoprire, che possa arrivare dove mi porterà la vita e le occasioni che quest'ultima può offrirmi.

4)Come si struttura il tuo lavoro?

Ho cominciato ad RTL 102.5 poco più di un anno fa, curando le pagine "social". Invece, da qualche mese, sono entrato a far parte della redazione giornalistica. RTL punta tanto sull'informazione di qualità e puntuale. Un giornale orario così ricco è un servizio impagabile in un periodo particolare per il settore. Quindi, arrivo al mattino e faccio la conduzione delle tre ore quando sono in onda con "Non Stop News", dalle 6,00 alle 9,00. Nel corso delle altre ore mi occupo dei notiziari, del sito e dei social della radio, sempre dal punto di vista dell'informazione.

5) Cosa ne pensi di Radiospeaker.it?

Siete al passo con i tempi. La radio avrà un futuro, sia da un punto di vista dell'informazione che dell'intrattenimento. Lo dimostrate con le vostre interviste, contenuti e notizie. Vi seguo e continuerò a farlo.

Intervista a cura di Maurizio Schettino 

Corsi di Radio

Sogni di lavorare in Radio e non sai da dove cominciare?
Scegli uno dei Corsi di Radiospeaker.it!

Fill out my online form.