HomeMagazineRadio NewsPer il Festival di S.Remo il pubblico di Radio e Tv potrà votare

Per il Festival di S.Remo il pubblico di Radio e Tv potrà votare

La 62.ma edizione del Festival della canzone italiana ha trovato meno spazio del solito, la pubblicità è stata meno martellante rispetto agli ultimi anni, anche se sono convinto che nei prossimi giorni l’attenzione crescerà.

Piccolo riassunto delle puntate precedenti, delle tappe di avvicinamento al Festival: si parte con la definizione del cast e la riconferma di Gianni Morandi alla conduzione, si passa alla critica per Sanremo Social, l’iniziativa organizzata quest’anno su Facebook per definire i partecipanti nella categoria nuove proposte; poi la cacciata di Tamara Ecclestone per le troppe pretese e il poco impegno della modella inglese. Infine i problemi con Celentano, per il cachet richiesto troppo alto (poi devoluto interamente in beneficienza) e per lo spot censurato in cui “il Molleggiato” invita a cambiare canale durante Sanremo, andando su Canale 5.

Però come dicevo mi sembra che quest’anno ci sia stata un’attenzione minore per la kermesse anche da parte dei mass-media, a meno che si concentri tutta negli ultimi giorni. Ricordo, per dovere di cronaca, che il Festival si svolgerà da martedì 14 febbraio a sabato 18 febbraio, giorno in cui sarà proclamato il vincitore. Le 5 serate saranno molto diverse tra loro, con ospiti internazionali, interpreti stranieri che duetteranno coi cantanti in gara e molto altro ancora.

A proposito dei cantanti, vi ricordo anche i nomi dei 14 big che parteciperanno: Nina Zilli canterà “per sempre”, Samuele Bersani proporrà “un pallone”, Dolcenera “ci vediamo a casa”, Pierdavide Carone e Lucio Dalla porteranno “Nanì” (scritta da entrambi), Irene Fornaciari “il mio grande mistero”, Emma Marrone “non è l’inferno”, i Matia Bazar “sei tu”, Noemi “sono solo parole”, Francesco Renga “la tua bellezza”, Arisa “la notte”, Chiara Civello “al posto del mondo”, Gigi D’Alessio e Loredana Bertè “respirare”, Eugenio Finardi “e tu lo chiami Dio” e i Marlene Kuntz “canzone per un figlio”.

Siamo a pochi giorni dall’inizio della manifestazione e già si cerca di pronosticare il possibile vincitore, ma anche quest’anno la decisione verrà affidata alla giuria demoscopica, all’orchestra e al televoto, che decreteranno la canzone regina. E proprio a causa della canzone vincitrice ci sono piccole novità nella struttura del Festival.

È risaputo che spesso il Festival di Sanremo ha premiato un pezzo che poi non ha venduto e non è passato in radio, come viceversa è successo che una canzone che non ha raggiunto nemmeno il podio a Sanremo abbia venduto tantissimi dischi e abbia trovato l’approvazione delle radio (il caso più eclatante è quello di Vasco Rossi, che ricorderete tutti essere arrivato ultimo al Festival del 1982 con “vado al massimo” e snobbato anche l’anno successivo con “vita spericolata” e poi… beh sapete come è andata a finire).

Insomma, gira un po’ la voce tra gli addetti ai lavori che si debba quasi sperare di non vincere Sanremo per avere poi successo e proprio per ovviare a questo problema, è stata inserita una novità nell’edizione di quest’anno: infatti per la prima volta nella storia del Festival gli ascoltatori di radio e tv (nazionali, regionali, locali e web) potranno esprimere la loro preferenza votando la canzone migliore tramite sms ad un numero che verrà assegnato ad ogni radio o tv che usufruirà di questo servizio.

Un server raccoglierà poi tutte le preferenze e elaborerà i risultati per ciascuna delle emittenti registrate. Sarà interessante vedere l’esito della votazione perché i dati verranno raccolti ogni giorno e si potrà capire se i gusti degli ascoltatori di radio e tv (che alla fine comprano i dischi) coincidono con le valutazioni della giuria di Sanremo.

A questo punto mi rivolgo a chi gestisce o semplicemente lavora in un’emittente radiofonica o televisiva: la possibilità c’è per tutti, dalla radio nazionale a quella web e per ricevere il numero sms a cui far mandare i voti, basta inviare una mail a info@reasat.it e vi verrà spiegata la modalità di partecipazione. Pertanto se siete interessati affrettatevi, perché il Festival comincia martedì e non vi rimane molto tempo per effettuare la procedura.

In conclusione volevo chiedervi: concordate con me sul fatto che quest’anno ci sia stato meno tam tam mediatico sul Festival o siete comunque già stufi di sentirne parlare? Come credete si possa migliorare la manifestazione, in modo da far vincere canzoni che trovino il gradimento anche delle radio e che possano vendere dischi?

Comunque non temete perché anche quest’anno il Festival farà parlare di sé, magari noi di Radiospeaker.it gli dedicheremo qualche articolo, speriamo che lo spettacolo sia coinvolgente e la musica, finalmente, di qualità.

Articolo a cura di Nicola Zaltieri

Radiospeaker.it

Radiospeaker.it

Siamo la Più Grande Radio Community Italiana. Database dei professionisti della radio, delle Emittenti Radiofoniche, Radio news, Corsi di Radio, servizi per le radio e tanto altro. Leggi i miei articoli

Articoli popolari

Alan Caligiuri torna in Radio su Viva FM

Alan Caligiuri torna in Radio su Viva FM

Alessia Pellegrino lascia Dimensione Suono Roma

Alessia Pellegrino lascia Dimensione Suono Roma

Articoli recenti

Newsletter

Rimani sempre aggiornato sulle novità del Settore Radiofonico.