Gruppo GEDI: trovato l'accordo fra Cir ed Exor

Radio News

Gruppo GEDI: trovato l'accordo fra Cir ed Exor

Il gruppo GEDI entra a far parte della famiglia Exor.

Dopo una lunga trattativa, Rodolfo De Benedetti ha lasciato il testimone a John Elkann, confidando nel fatto che possa portare avanti quanto di buono fatto finora come apprendiamo da adnkronos.com.

GEDI è uno dei grandi colossi dell'editoria italiana, e può contare su testate nazionali come La Stampa e La Repubblica.

Fanno parte del gruppo però anche tre radio molto importanti e della quale parliamo spesso: Radio Deejay, Radio Capital e Radiom2o.

Dall'altra parte abbiamo Exor, legata alla famiglia Agnelli, che ha dimostrato la sua ambizione investendo molto in Ferrari, FC Juventus e Fiat Chrysler, raggiungendo anche risultati molto importanti.

Il gruppo GEDI passa nelle mani di Exor

Ecco le parole del presidente di Cir, Rodolfo De Benedetti, riportate da Adnkronos: "Passiamo il testimone a un azionista di primissimo livello che da più di due anni partecipa alla vita della società, ne conosce l’editoria e le sue sfide, che in essa ha già investito in anni recenti".

Gli fa eco John Elkann, presidente e amministratore delegato di Exor: "Con questa operazione ci impegniamo in un progetto imprenditoriale rigoroso, per accompagnare Gedi ad affrontare le sfide del futuro. Oltre a portare l’esperienza maturata nel settore, anche a livello internazionale, Exor assicurerà la stabilità necessaria per accelerare le trasformazioni sul piano tecnologico e organizzativo. Siamo convinti che il giornalismo di qualità ha un grande futuro, se saprà coniugare autorevolezza, professionalità e indipendenza con le esigenze dei lettori, di oggi e di domani".

Articolo a cura di Alessio Di Pietro

Corsi di Radio

Sogni di lavorare in Radio e non sai da dove cominciare?
Scegli uno dei Corsi di Radiospeaker.it!

Fill out my online form.