Gruppo RDS: la forza delle Radio Locali per ampliare l'offerta

Radio News

Gruppo RDS: la forza delle Radio Locali per ampliare l'offerta

Il panorama radiofonico italiano ha visto in questi anni la nascita di nuovi gruppi di radio nazionali e locali. Per quanto riguarda l’emittenza nazionale abbiamo assistito alla nascita di Radio Mediaset (R101, Virgin, Radio 105 e Subasio) e del gruppo di Rete Trasmissioni Lombarde (RTL 102.5, Zeta e Freccia). Esistono anche gruppi radiofonici di emittenti locali come il gruppo veneto di Roberto Zanella (Birikina, Piter Pan, Bella&Monella, il gruppo Numberone (Numberone, One Dance, Milenote, Radio 19, Nostalgia, …) e il gruppo RDS 100% Special Radio.

Quest’ultimo blocco di radio, collegato appunto a RDS, sta per compiere un anno di attività. Tale realtà comprende un bacino d’utenza di circa 2.350.000 ascoltatori nel giorno medio e rappresenta un’importante mezzo per la comunicazione e vendita pubblicitaria in ambito locale. A capo del circuito vi è Paolo Bonardi che annuncia nuove adesioni nel 2018. Attualmente le radio locali del gruppo sono ben 18:

Dimensione Suono Roma, Dimensione Suono Due Soft, Ram Power, Discoradio, Radio Pico, Radio Selene, Radio Canelli e Monferrato, Radio Vallebelbo National e Monferrato, Stereocittà, Radio Cafè, Radio Sound 95 Piacenza, Radio International, Radio Nettuno, Radio Margherita solo musica italiana, Radio Margherita giovane, Radio Arcobaleno, Lady Radio-Radio Viola, R.D.F.

Monica Gallerini, direttore commerciale RDS ha dichiarato in una nota del gruppo, come apprendiamo da primaonline:

Eduardo Montefusco, Presidente di RDS, si definisce a ragione un pioniere della radio in Italia e questo progetto è ispirato alla sua volontà di dare forza e riconoscimento ai tanti pionieri locali che in questo momento di aggregazioni del mercato hanno bisogno di trovare un riferimento per continuare a mantenere la loro quota di leadership locale.

Nello stesso tempo il Circuito RDS 100% Special Radio rappresenta un’opportunità per gli investitori per valorizzare le loro campagne geo-localizzate e per incentivare pianificazioni nazionali attraverso le 18 emittenti locali così da distinguersi dall’affollamento sui grandi network e beneficiare di una tabellare posizionata nei punti qualità della programmazione.

Le emittenti locali possono beneficiare di campagne nazionali pianificate sul Circuito RDS 100% Special Radio e trasmesse su ogni emittente in punti orari appositamente dedicati e riservati alle campagne nazionali in modo da produrre una comunicazione omogenea e di massima qualità. I comunicati vengono caricati in cluster nazionali dedicati della durata massima di 3 spot che garantiscono il massimo tenore di ascolto e di attenzione all’annuncio”

In un era di appiattimento musicale e contenutivo puntare sulle realtà locali potrebbe essere la scelta vincente per differenziare la propria offerta e aiutare emittenti territoriali, vere e proprie aziende, a continuare ad esistere: acquisire radio locali per valorizzare la propria offerta, non per spegnerle e utilizzare le frequenze per un emittente nazionale.

Articolo a cura di Stefano Tumiati