Cambia la tua foto copertina
casaliandrea1
Cambia la tua foto copertina
Autore - Web
Lo stato dell'account di questo utente è Approvato

Presentazione

Nasco musicalmente con il "Beat", pur non apprezzando la deviazione verso il movimento "Hippie", privilegiavo la parte che si sarebbe poi trasformata in "Hard Rock", preferivo da subito i Rolling Stones ai Beatles. negli anni 70 passo con decisione all'Hard Rock dei Deep Purple, dei Led Zeppeling e per un attimo la psichedelica con i Vanilla Fudge, ma la svolta avviene 14 gennaio 1973, quando per puro caso mi sintonizzo sul concerto di Elvis Presley alle Hawaii, trasmesso in mondovisione (il primo a esserlo), si può dire che sono stato folgorato sulla via di Damasco. Ne fui ammirato per la voce, potente e/o melodiosa, che poteva abbracciare tutti i generi musicali, per l'interpretazione da vero animale del palcoscenico, conoscendolo poi nel tempo anche come un'ottima persona di estrema sensibilità e generosità, che mai ci si aspetterebbe da un personaggio così eccentrico. Quel concerto segnò il suo ritorno alla ribalta (in grande stile)dopo qualche anno in cui si era estraniato per l'avvento del beat, il suo momento doro appartiene al periodo anni 50 e 60 anteriormente allo scoppio della rivoluzione beat.
Da quel concerto ritorna alla ribalta un interprete più maturo e completo musicalmente, allargando il proprio repertorio al melodico al country al blues, al gospel (si diceva che era l'unico bianco che aveva la voce di un nero), molti cantanti, quando lanciavano una nuova canzone, pregavano Dio che non piacesse a Elvis, altrimenti, se faceva una sua cover, gliela avrebbe bruciata, vendendo più copie dell'interprete originale. Da allora ho scoperto il rock classico anni 50, restando affascinato da quel mondo vintage che dava la sensazione di allegria, positività e semplicità.
Continuavo a seguire in forma minore l'hard rock dei Kiss degli AC-DC.......
Poi arrivano gli anni 80 con tutta la positività che gli anni 70 ci aveva negato, disco music, Queen, tanto Queen (per me il miglior gruppo mai esistito), con gli anni 90 inizia, per me, un declino musicale, lento ma inesorabile (almeno per i miei gusti), che però porta alla ribalta grandi interpreti solisti con dei pezzi che diventeranno dei classici.
E qui mi fermo perchè dal 2000 in poi non ci trovo niente di musicalmente paragonabile agli anni descritti prima. Infatti tranne rare eccezioni, sono gli anni delle meteore, dei sussurratori, degli sfiatati, dei lagnosi; in conclusione appartengo a quella categoria che afferma che la vera musica finisce alla morte di Freddie Mercury o giù di li.

Dettagli

Nome d’arte
Andy
Nome e Cognome
Andrea Casali
Residenza
Milano
Sesso
Uomo

Radio attuale

Nome radio
Radio Virus
Copertura
Web
Programma
Direttore/Produttore programmazione e Responsabile artistico