Radio24: Chiedimi se sono Felice

Radio News

Radio24: Chiedimi se sono Felice

"Il cane è un essere completo, perfetto cosi com'è, la cui esperienza è diversa dalla nostra, ma non per questo inferiore", (Dritto al cuore del tuo cane- Angelo Vaira).

"Chiedimi se sono Felice - Il mondo dalla prospettiva del cane" è un programma radiofonico domenicale in onda dalle 12:00 targato Radio 24, condotto con intelligenza e sensibilità da Rosita Celentano e dal dog Coach Angelo Vaira.

A primo acchitto questo grande "contenitore di informazioni" per amanti degli animali sorprende per l'audacia degli autori, che hanno sapientemente scelto "l'imprinting" iniziale, sottolineandone cosi la linea e lo stile di conduzione seguito, tipico di un esperto in etnologia canina.

La prospettiva del cane, infatti, indica un mondo parallelo, ma assimilabile dall'uomo, sincronizzato per amore. Pur considerando le differenze tipiche delle due specie (cane e gatto), credo che, in generale, i piccoli amici a 4 zampe siano dei buoni "maestri" di vita, cosi come ci viene indicato anche da Angelo e Rosita, sapienti consiglieri e risolutori.

Il programma viaggia su vari binari: Consigli e facilitazioni, proposte a tema e confronti con esperti. Un viaggio a 3D dove l'ascoltatore può comprendersi meglio, partendo dal proprio cucciolo di casa. Affascinante risulta anche l'approccio cognitivo alle scienze animali indicato.

Angelo è il Fondatore della scuola "ThinkDog",  la più rinomata fra le scuole cinofile italiane. probabilmente proprio per questo motivo, il programma risulta semplice e leggero, riportandoci a contatto con la natura e gli animali.

Da rigore il felice commento della conduttrice radiotelevisiva Licia Colò, ospite della puntata del 20 settembre scorso "Gli animali mi hanno insegnato una cosa bellissima che noi abbiamo perso
da tanto tempo: bisogna imparare a vivere il presente. Loro non vivono né di passato, né di futuro, vivono di presente. Secondo me è una dote che dovremo imparare".

Chiedimi,  sono felice? "Il cane da guardia dentro casa è più efficace che in giardino". La prospettiva uomo-cane si riduce ad una coda felice e ad uno sguardo intenso.

Articolo a cura di Nicoletta Zampano