Lo Zoo di 105: Marco Mazzoli condannato per diffamazione

Radio News

Lo Zoo di 105: Marco Mazzoli condannato per diffamazione

Era l'8 Ottobre del 2012 quando, durante la diretta del programma “Lo Zoo di 105” in onda tutti i pomeriggi su Radio 105, lo speaker del programma Marco Mazzoli e la sua, a quel tempo, spalla Gilberto Penza, meglio conosciuto come Gibba, si fecero scappare qualche parola di troppo nei confronti di Rossella Brescia, nota attrice e ballerina, quotidianamente impegnata nella conduzione del morning show di RDS, insieme a Max Pagani e Barty Colucci.

Quel giorno infatti, sembra che i due conduttori del “programma che non piace” si siano proprio sbizzarriti, tra considerazioni sulla vita intima della conduttrice e diverse battute a sfondo sessuale.

L'irriverenza dello Zoo di 105 è ormai nota a tutti, sia al pubblico che agli addetti ai lavori, ma quel giorno la conduttrice di Tutti Pazzi per RDS, dopo aver ascoltato il contenuto della puntata incriminata dello Zoo, ha querelato i due speaker, che ancora oggi, come afferma la Brescia, sembra non abbiano ancora chiesto scusa per l'attacco volgare causatole.

Una storia che va avanti ormai da qualche anno, ma che, proprio in questi giorni, ha trovato una fine.

Il conduttore dello Zoo di 105 e l'ex collaboratore Gibba sono stati condannati, con l'accusa di diffamazione, al pagamento di una multa per un totale di 31 mila euro, di cui 16 mila andranno allo stato e 15 mila alla conduttrice di RDS.

Ora che questa lunga storia sembra finita, inevitabile è la risposta di Rossella Brescia, che afferma: “il successo è il frutto del mio sudore”. Un successo raggiunto dopo tanta fatica e innumerevoli sacrifici suoi e dei suoi genitori.

La nostra domanda a questo punto sorge spontanea. Secondo voi Mazzoli e la sua squadra, in quell'occasione, hanno davvero esagerato? La condanna per loro è stata troppo severa oppure giusta, visto quello che hanno fatto?

Articolo a cura di Filippo Grondona