RMC: No Comment diventa la nave giusta per sognare

Radio News

RMC: No Comment diventa la nave giusta per sognare

Essere giovani vuol dire tenere aperto l'oblò della speranza, anche quando il mare è cattivo e il cielo si è stancato di essere azzurro. (Bob Dylan)

La ciurma radiofonica, guidata dalla conduttrice Debora Villa, porta gli aspiranti vacanzieri ogni giorno sulla nave di Rmc con l’esuberante Morning show “No comment” per due ore di sana follia informativa. Tra toni ironici e leggeri, ritmo grintoso e grande professionalità la banda riesce a strappare consensi e sorrisi, accompagnati da un sottofondo musicale raffinato e gradevole.

Se l’ironia può essere compresa anche da un bambino di quattro anni, il fine e sorridente spirito mattutino degli amici radiofonici di RMC permette un confortevole risveglio. In fondo Debora, Andrea Sambucco, Stefano Andreoli e Rafael Didoni prima animatori e comici e poi speaker di successo, riescono ad affrontare ogni possibile fatto con audacia e semplicità. Il programma in sé si struttura in modo classico secondo tradizione, ma gli spunti sempre nuovi e disarmanti dei quattro protagonisti permettono all’ascoltatore di rilassarsi, ridendo anche dell’attualità quando serve.

Come ogni buon programma mattutino che si rispetti l’idea di base parte sempre dal desiderio di alleggerire la giornata a chi ascolta, obiettivo raggiunto grazie anche al grande affiatamento degli speaker che, di fatto, riescono assieme a mantenere alto il ritmo fino alla fine. Quindi per chi ha deciso di mollare tutto e cambiare vita salpando con il sorriso su una splendida nave da crociera “No Comment” è il programma giusto con cui ripartire senza perdere le pantofole per strada. Un programma di intrattenimento e informazione dove la serietà si sblocca senza appesantire ma facendo anche riflettere. Tra le tante proposte mattutine che il mondo radiofonico ci presenta l’offerta della ciurma di “No Comment” risulta una buona scelta da gustare sorseggiando.

Fonte: www.radiomontecarlo.net

Articolo a cura di Nicoletta Zampano