Sarah Jane Ranieri: un sogno chiamato Radio Deejay

Radio News

Sarah Jane Ranieri: un sogno chiamato Radio Deejay

Sara Jane Ranieri è la dimostrazione che ai concorsi radiofonici bisogna crederci, il suo “giorno da Deejay”, nel 2010, è stato cruciale. Certo lì per lì le dinamiche sono sempre poco nitide, eppure crederci fino alla fine rimane l’unico vero segreto. La radio è una passione, un amore, un macigno da cui è impossibile sottrarsi e non c’è lavoro sostitutivo che tenga! Tutto sta in un buon approccio iniziale, poi i giochi sono fatti.

Sara Jane, nata nel tumultuoso ’77 sotto il solleone di luglio, per aver strillato la prima volta a Londra, patria della musica, della moda, acuta inseguitrice di novità, vive stabilmente in Italia; tra Milano e Alghero. Suddivide la sua vita tra amore e radio, che sempre amore è: “Quando accendo quel microfono mi sento la persona più libera e felice del mondo. Woody Allen sfoga le sue inquietudini attraverso un lettino da un'analista, io il mio sfogo l'ho trovato con la radio”, dice durante l’intervista.

Sulla sua fan page Facebook conta quasi novemila contatti: la semplicità associata ad una sana dose di simpatia e uno charme singolare sono le sue carte vincenti. La fortuna secondo gli studiosi non esisterebbe, ci sarebbe il caso che incontra il talento; eppure Sara continua a definirsi fortunata “perché faccio un lavoro che mi piace. Ho creduto davvero potesse cambiare qualcosa, lavoravo come receptionist quando Linus indisse il concorso. Ho tentato il tutto per il tutto lasciando il posto fisso ottenuto con non poche difficoltà”, aggiunge con la schiettezza che le appartiene da sempre.

Il talento e il caso hanno anche suggellato il feeling tra lei e Frank, è proprio la conduttrice a confermarlo: “Delle volte arriviamo a ridere con le lacrime, incredibile pensare che senza il concorso Un giorno da Deejay non ci saremmo mai conosciuti. È stato Linus a scegliere  la nostra coppia, a distanza di anni non posso che confermare la sua intuizione: siamo molto affiatati”. In generale l’atmosfera a casa Deejay è quella che si percepisce attraverso i microfoni, un mega famiglione con a capo due “ex” meridionali: Linus e Albertino.

Sara Jane ama leggere, e consiglia “L’amica Geniale” di Elena Ferrante; vede film, adora Woody Allen, Paolo Virzi e Vince Giligan per la serie televisiva “Breaking Bad”; è innamorata di Mauro, specifica infatti: “Convivo ad Alghero con Amuro (Mauro, io lo chiamo così), mi sopporta da quasi 7 anni, pare che Papa Francesco lo voglia fare santo!”

Il suo sogno rimane Radio Deejay, il suo consiglio per noi altri è: “Non buttarsi mai giù se le cose non vanno come vorresti. Io avevo appena deciso di smettere quando Linus mi ha regalato un sogno. A 33 anni una rinascita, non solo Gesù Cristo ha avuto questa possibilità. Succede anche agli speaker!”

Le storie a lieto fine non sono solo scritte nei libri di fiabe: la lacrima è libera!

Articolo a cura di Annalisa Colavito