Nel 2018 cresce la fiducia nella radio in Europa

Radio News

Nel 2018 cresce la fiducia nella radio in Europa

Dopo aver parlato, qualche tempo fa, della crescita della fiducia nella radio da parte dei francesi, a conferma della veridicità di tutto ciò arrivano, in questi giorni, dati a livello Europeo.  La cosa più sorprendente è che questo accada in un periodo in cui, in generale, la fiducia complessiva nei media sembra ai minimi storici.

Eppure da uno studio condotto da EBU (EUROPEAN BROADCASTING UNION) emerge che la fiducia del pubblico verso i media tradizionali (radio e carta stampata) è attualmente in crescita. Contemporaneamente la fiducia delle persone nei nuovi media continua a diminuire: il 61% dei paesi europei non ha fiducia in Internet, mentre il 97% non ha fiducia nei social network. 

Dal nuovo rapporto di EBU emerge come il divario tra la fiducia delle persone nei media tradizionali e quelli più recenti continui ad allargarsi. In particolare, nell’Unione Europea il 59% dei cittadini si fida della radio, il 51% della tv, il 47% della carta stampata. Al contrario, le persone che si fidano di Internet e dei Social Networks sono scese rispettivamente al 34%, per il primo e al 21% per i secondi, forse a causa della troppa disinformazione e delle cosiddette “fake news”. 

Altro dato curioso (ma facilmente intuibile) è che più è alta la fiducia nei mezzi di informazione come radio e tv in un Paese, più esso gode di un buon livello di libertà di informazione.  

Vi sono anche grandi differenze tra i vari stati dell’Unione Europea, per esempio quelli del Nord in cui è alta la fiducia nei media tradizionali contro quelli dell’Est Europa in cui è ancora buona la fiducia in Internet e nei Social Networks. 

Da sottolineare che questi dati sono pubblicati nell'88a indagine dell'Eurobarometro in cui si dà un'idea della percezione da parte dei cittadini europei dell'affidabilità dei diversi tipi di media. L'indagine è stata caratterizzata da circa 1000 interviste faccia a faccia nei 33 paesi oggetto dello studio.

Insomma, l’abbiamo ripetuto più e più volte ma non è mai abbastanza: la radio è ancora quel mezzo favoloso in grado di trasmettere emozioni, magia, divertimento a chi la ascolta, fornendo anche un’informazione affidabile. E’ per questo che, anche nel 2018, la fiducia nei suoi confronti resta sempre alta!

Articolo a cura di Mattia Savioni