HomeMagazineIntervisteIntervista a TiTania – Nuova speaker di Radiofreccia

Intervista a TiTania – Nuova speaker di Radiofreccia

Da qualche settimana c’è una nuova voce nel weekend di Radiofreccia: si chiama Tania Galante, in arte TiTania ed è in onda il Sabato e la Domenica dalle 22 a mezzanotte. Ama il rock e fa radio da tanto tempo, sempre rigorosamente rock. Toscana di origine adesso si trova a Milano dove dice di aver realizzato il suo sogno di fare radio nella giovane ma già seguitissima radio rock del gruppo di RTL 102.5.

Noi di Radiospeaker.it abbiamo fatto quattro chiacchiere, straordinariamente a distanza, con lei che ci ha raccontato i retroscena della sua scalata per arrivare a Radiofreccia.

ECCO IL VIDEO DELL’INTERVISTA

Oggi sono con TiTania, la nuova voce di Radiofreccia, ciao Titania!

“Ciao Adriano e ciao a tutti i lettori di Radiospeaker.it!”

Tu da qualche settimana sei entrata nella famiglia di Radiofreccia ma fai radio già da molto tempo; qual è stato il tuo percorso?

“Ai tempi lavoravo in un locale, un giorno arrivò un ragazzo che veniva spesso a vedere i concerti che io organizzavo ed era venuto a vedere un gruppo di suoi amici che suonava; a un certo punto arriva al bancone e mi dice: ‘Tania, io vorrei aprire una radio web e vorrei che ci fossi tu al mio fianco’ e quindi da lì iniziamo a fare questa radio nello studio della sua azienda, una volta alla settimana facevamo la nostra puntata: io parlo di musica e lui parla di cinema. E poi Max sentì il mio programma e mi chiamò per andare a fare una puntata con lui a K Rock Radio Station e un paio di puntate dopo ho avuto il mio programma “Whisky Diamond”. Quindi si: solo radio Rock!

Come sei arrivata a Radiofreccia? Ti sei proposta tu o ti hanno chiamato loro?

“Ai tempi conducevo il mio programma su K Rock e andavo in onda dalle 8 alle 9 di sera e poi alle 10 iniziava Cecile B su Radiofreccia, conduceva ‘L’Ultima Luna’. Io seguivo Cecile da tempo e mi piaceva tantissimo, tant’è che una sera decido di mandarle un messaggio in diretta e le scrivo che a me lei piace tantissimo e che anch’io ho un mio programma radio che mi piacerebbe che lei ascoltasse, chiedendole espressamente di non pubblicare quel messaggio. E lei  prima mi ha chiamata e poi è andata a sentire quello che facevo e mi ha detto che ero brava, mi ha detto di crederci. Poi sempre lei ha fatto in modo che io conoscessi Eddi Berni, che conduce tutte le mattine ‘Rock Morning‘ su Radiofreccia. Un giorno mi arriva una chiamata proprio da lui che mi dice che si è liberato un posto a Radiofreccia e che tra le voci che hanno sentito hanno scelto proprio la mia. Non so se vi è mai capitato che un vostro sogno si realizzasse ma per me quel momento è stato un momento che non riesco a descrivervi perche in quel momento per me si stava realizzando un grande sogno. Non credo sia descrivibile a parole, però lo vedete sulla mia faccia. Questo è il mio sogno che si è realizzato.”

Quanto è importante il vostro ruolo, non solo di speaker, ma anche di Radio Rock in generale, in questo momento particolare che stiamo vivendo in Italia?

“Sicuramente bisogna ricordarsi di quello che stiamo vivendo, un po’ per utilizzarlo più avanti come insegnamento e poi perché sarà un periodo storico che sarà impossibile non ricordare. Non possiamo far finta di niente, sarebbe sbagliato, però bisogna alleggerire tutto quanto perche non c’è solo quello, la gente deve ricordarsi che torneremo a uscire di casa, che torneremo ad abbracciarci, che torneremo sotto palco, che torneremo ai concerti a far casino. E noi dobbiamo ricordare esattamente questo. Io credo che Radiofreccia e tutte le radio che non sono solo di informazione debbano rendere le giornate più leggere.”

Che consiglio daresti a chi vuole avvicinarsi al mondo della radio, in particolare a chi punta alle radio rock tipo Freccia? Come dovrebbe essere uno speaker di Radiofreccia?

“Io penso di avere un consiglio ed è quello di fare tanta gavetta. Imparare da quelli più bravi di noi, perché c’è sempre qualcuno più bravo di noi anche se arriviamo a livelli altissimi ci sarà sempre qualcuno più bravo di noi, non si smette mai di imparare. Poi se si vuole entrare a far parte di una radio Rock come Radiofreccia, io penso che il rock non sia solo musica, il rock è uno stile di vita, il rock ce l’abbiamo dentro. Se tu sei Rock hai già un punticino in più, se ti piace, se è questo che vuoi fare, innanzitutto devi crederci; a me le cose sono cambiate nel momento in cui ho iniziato a crederci. Se hai un sogno, i sogni vanno inseguiti, altrimenti poi si ha il rimpianto di non averli inseguiti abbastanza. Quindi correre verso i propri sogni, fare quello che rientra nelle tue corde e poi fare tanta tanta gavetta. Questi sono i miei consigli per inseguire il sogno di fare il conduttore radiofonico.”

Grazie TiTania e in bocca al lupo per questa nuova avventura!

“Sono io che ringrazio te per questa intervista e grazie anche a tutti i lettori di Radiospeaker.it. Mi raccomando seguitemi su Radiofreccia Canale 258 del Digitale terrestre e 738 di Sky. Io sono TiTania e conduco “L’Ultima Luna” il sabato e la domenica. Ciao and Rock On!”

Intervista a cura di Adriano Matteo

Adriano Matteo

Adriano Matteo

Tecnico del suono radiofonico, live e broadcast, giornalista iscritto all'albo pubblicisti della Puglia e grande appassionato di radio in tutte le sue sfaccettature. Leggi i miei articoli

Articoli popolari

Fatturato pubblicitario in calo ad aprile

Fatturato pubblicitario in calo ad aprile

Cattelan ospite di Deejay chiama Italia su Radio Deejay

Cattelan ospite di Deejay chiama Italia su Radio…

Articoli recenti

Manuela Doriani approda a Radio Vigevano

Manuela Doriani approda a Radio Vigevano

Morto Sergio Zavoli: fu direttore del Gr Rai

Morto Sergio Zavoli: fu direttore del Gr Rai

Newsletter

Rimani sempre aggiornato sulle novità del Settore Radiofonico.