Deejay Tv, Gianluca Gazzoli: In Radio la strada si costruisce con il tempo

Interviste

Deejay Tv, Gianluca Gazzoli: In Radio la strada si costruisce con il tempo

Speaker di professione, storyteller per passione e a breve anche conduttore televisivo per Deejay TV.

Dopo l'ingresso nella squadra di Linus, ed una precedente intervista su Radiospeaker.it post RDS Academy, abbiamo raggiunto Gianluca per parlare con lui del suo nuovo format e di come fosse nato il tutto.

1) Eravamo abituati a vederti sugli sfondi rossi di Radio2 ma dopo l'ultima foto pubblicata sui tuoi social abbiamo visto che il logo era diverso. Ci puoi raccontare come è arrivato il contatto con Deejay e come hai reagito alla chiamata? Magari riesci ad anticiparci anche qualcosa sul tuo prossimo programma.
Se non si fosse capito il rosso è il mio colore preferito... :) 
Questa appena passata è stata un'estate "movimentata". Ho avuto contatti e ricevuto proposte da diverse importanti realtà radiofoniche, una situazione che avevo immaginato tutta la vita e che è arrivata adesso. Questo anche perchè in radio, forse più che in altri settori la strada si costruisce col tempo. Il contatto con Deejay è arrivato per Deejay tv. La televisione era qualcosa che da tempo avrei voluto provare a fare con più costanza e la soluzione proposta è perfetta poichè mi permette di non lasciare Radio2 dove sono cresciuto tanto e dove presto inizierò un nuovo progetto ON AIR.

2) Ti è mai capitato di rimanere senza parole in diretta o di affrontare argomenti per i quali non eri preparato? Che consigli daresti per uscire da queste situazioni?
C'è un aneddoto assurdo che mi riguarda ma che ho promesso che racconterò solo se un giorno scriverò un libro. In ogni caso fortunatamente non sono mai rimasto senza parole, per fortuna ma anche perchè la dote di un conduttore deve essere anche questa. Il consiglio che è di trovarsi alcuni piccoli "appigli", delle formule standard alle quali aggrapparsi quando effettivamente si è rimasti a secco.

3) Cosa fa Gianluca Gazzoli nell'ora prima di andare in diretta? Tra cibo, preparazione artistica e metodi scaccia ansia, cosa consiglieresti ad uno speaker in erba? 
In generale il mio consiglio è di leggere tanto, quotidiani, magazine, cultura pop e non solo. Credo che un buon conduttore radiofonico debba essere in grado di parlare di tutto. Poi possono esserci argomenti sui quali si è più ferrati e altri un po' ma meno ma bisogna saper sempre reggere una conversazione su tutto.

4) Laboratorio creativo, Number One, Radio2, e ora Deejay TV. Tra 10 anni dove ti vedi?
Spero di poter continuare a vivere delle cose che mi appassionano. Vorrei poter continuare a fare radio come priorità perchè senza non so stare, poi tv e i miei video ma sempre ad un livello più alto. 

5) Immagina di essere un direttore artistico di un grande network. Quali sono i primi 5 speaker nazionali attuali che vorresti nella tua radio?
Così mi fai litigare... :-D Se un domani dovessi costruire una radio vorrei fosse una radio di "personalità". Gli speaker che prenderei dovrebbero avere tutti qualcosa da dire, avere una visione del mondo completa ed essere in grado di sviluppare una forte empatia con il pubblico. La mia idea di radio è una radio che si ascolta, non che si sente.

Intervista a cura di Matteo Rossi
Community Manager Radiospeaker.it

Corsi di Radio

Sogni di lavorare in Radio e non sai da dove cominciare?
Scegli uno dei Corsi di Radiospeaker.it!

Fill out my online form.
HTML Forms powered by Wufoo.