Fabio Volo chiama in Diretta Radio Maria

Radio News

Fabio Volo chiama in Diretta Radio Maria

Non c'è crisi che impedisca ad una grande azienda di onorare il Santo Natale con un regalo ai suoi dipendenti, e per ogni tasca c'è una sorpresa. Ma solitamente la spesa media in Italia si attesta sui 50 euro per i profili più bassi con picchi che arrivano ai 200 euro per i profili più alti. Poi ovviamente ci sono regali speciali per i manager e i top manager, ma qui si entra in una altra sfera, quella vip. Dal classico cesto natalizio ai regali hi tech, fino a sfiorare le vette più alte con i regali emozionali personalizzati.

Nessuno può negare un pacco natalizio a Natale, cosi capita di ritrovarsi, a pochi giorni dalle festività, con un bravo speaker che decide di rispondere alla più classica delle domande: cosa regalano le grandi radio ai propri dipendenti per Natale? Ovviamente lo speaker, in questione, è il goliardico Fabio Volo di Radio Deejay che, tra il divertito e il serioso, cerca di puntare con leggerezza su questioni pratiche.

Cosi stamattina Fabio ha deciso di interessarsi ai regali aziendali delle Radio. Per Fabio telefonare in diretta è pane quotidiano. Da Radio Deejay a Radio Italia ad Rtl 102.5, da Radio 105 a RDS, fino a toccare l'inarrivabile Radio Maria.

"Buongiorno, scusami se ti disturbo, sono Fabio Volo. Cosa regala Rtl ai suoi dipendenti a Natale? Ah, non lo so, dipende dagli anni. L'anno scorso cosa vi hanno  regalato? A noi ci hanno dato una busta con 100 euro da spendere che non sono pochi! Sai...non ero qua l'anno scorso, quindi, non so dire."

Un lungo e simpatico botta e risposta per concludere che Rtl 102.5 avrebbe regalato per Natale l'anno scorso dei buoni bofrost. Ma Fabio non demorde e passa a Radio Italia.

"Cosa regaleranno a Radio Italia? Il cofanetto di Baglioni? Morandi? Prodotti italiani...".

Domanda irrisolta e liquidata con un semplice..."Pieno di vita di Jovanotti".

A questo punto Fabio si lancia su Radio105 che risponde simpaticamente con "Devo pensarci un attimo. Credo un cofanetto e un panettone...".

Risposta parziale che viene coperta dalla simpatia ironica di uno speaker del gruppo, Rosario Pellecchia che afferma "Ho appena ricevuto una bottiglia di wisky. L'anno scorso non mi ricordo Fabio...Un cesto con i prodotti, poi, c'è la versione vegan".

In tutto questo giro di centralini intasati passa anche RDS che sottolinea "A Natale? L'anno scorso? Prosciutto, mortadella...".

Ma il bello viene alla fine quando una volontaria di Radio Maria risponde e candidamente annuncia "Ah, non lo so. Sono una volontaria. Di solito Padre Livio ci regala un libro".

La controbattuta di Fabio non si fa attendere però: "Perché non ti fai pagare quando lavori?".

Ma si sa che un volontario cattolico non può rispondere, tuttavia, la chiacchiera prende con stupore il sopravvento e scopriamo un affiatamento telefonico incredibile. Direi Fabio, Santo subito! La chicca finale, ovviamente, resta la telefonata in azienda e qui si scopre che, oltre la tessera da 100 euro, i dipendenti di Radio Deejay ricevono anche un buon pacco natalizio.

Ma nelle piccole realtà radiofoniche che aria tira? Sicuramente le cartoline di natale saranno protagoniste e forse anche il panettone. Voi radiofonici cosa ne pensate?

Articolo a cura di Nicoletta Zampano