Quarto d'Ora Medio: Che Cos'è?

Dati d'Ascolto

Quarto d'Ora Medio: Che Cos'è?

Tra i dati di rilevazione più importanti per l'ascolto radiofonico, oltre al dato sul giorno medio e sulla settimana c'è il quarto d'ora medio: niente a che fare con il quarto d'ora accademico! ;)

Il quarto d'ora medio è il dato d'ascolto radiofonico più rilevante ai fini commerciali e pubblicitari. Cercheremo di spiegare nel modo più semplice e chiaro il motivo della sua importanza e di distinguerlo nettamente dal dato sul giorno medio e quello settimanale forniti da Radio Monitor di GFK Eurisko e prima di loro dalle rilevazioni Audiradio.

 

Cosa misura il quarto d'ora medio?

Il quarto d'ora medio misura il numero di ascoltatori sintonizzati su una determinata radio ogni quarto d'ora. Cerchiamo di essere ancora più chiari. Mentre il dato d'ascolto "giorno medio", misura quanta gente passa su una radio ogni giorno, il quarto d'ora medio restringe ancora di più il range temporare e ci indica quanta gente c'è in media ogni quarto d'ora nell'arco di una giornata.

Perchè il quarto d'ora medio è così importante ai fini pubblicitari?

Perchè gli inserzionisti pubblicitari possono sapere effettivamente quanta gente in media ascolterà il proprio spot o prodotto pubblicitario.

Facciamo un esempio concreto: sapere che Radiospeaker.it è seguita da 10.000 persone al giorno non mi indica quanta gente effettivamente c'è al mattino, quanta al pomeriggio e quanta la sera. Mettiamo che gli ascolti siano tutti concentrati nelle ore del mattino e che invece la sera la radio sia molto meno seguita. L'inserzionista che decide di trasmettere uno spot sulla mia radio nel pomeriggio, non saprebbe quanta gente effettivamente ascolterà il suo spot, ma solo quanta gente passa sulla mia  radio ogni giorno (magari 8.000 al mattino e solo 2.000 la sera, proprio nelle ore in cui trasmettiamo il suo spot).

Il quarto d'ora medio invece indica quanta gente c'è in media ogni 15 minuti nell'arco dell'intera giornata. Se io di Radiospeaker ho un quarto d'ora medio di 500 persone, posso assicurare ai miei inserzionisti che il loro spot, in qualsiasi fascia oraria venga trasmesso, verrà ascoltato in media da 500 persone. (A volte di più, a volte di meno, ma mediamente sono 500).

Quindi, ipotizzando che nell'arco di un quarto d'ora quasi sicuramente ci sarà un cluster pubblicitario potrò indicare con esattezza al mio inserzionista il numero di persone che ascolteranno il suo spot.

Qualcuno ha un'idea o un'interpretazione diversa? Hai trovato questo articolo utile? Scrivicelo nei commenti...

Articolo a cura di Giorgio d'Ecclesia