Radio Vaticana: arriva il primo stagista down

Radio News

Radio Vaticana: arriva il primo stagista down

Life is a great opportunity and you have to grab it and everything you have in your life (Michael Gannon)

Un giovane irlandese, Michael Gannon, studente di comunicazione affetto dalla sindrome di down, ha svolto il mese scorso un mini stage giornalistico di due settimane per la redazione in lingua inglese di Radio Vaticana, primo stagista con disabilità che varca la “porta radiofonica di San Pietro”.

Michael non è solo un’aspirante giornalista radiofonico, ma è, in primo luogo, un ragazzo fortemente concreto, determinato ed attivo che, nel suo breve percorso di vita, ha lavorato anche come reporter per l’azienda radio televisiva irlandese Rte One e ha pubblicato già un libro dal titolo “Straight up- no sugar” con l’intenzione di sfornarne uno nuovo presto.

Il giovane è già stato ospite di Radio Vaticana nell'ambito del progetto europeo “Think different, Think Europe” sulla cittadinanza attiva a maggio dello scorso anno e in tale occasione il ragazzo chiese ed ha ottenuto la possibilità di vivere un'esperienza lavorativa nella radio.

Tra l’altro il responsabile dei programmi in lingua inglese, Sean Patrick Lovett, ha sottolineato in riferimento allo stage appena svolto: Si è trattato di un’esperienza importante per noi, perché ci ha costretto a vedere la realtà attraverso una nuova prospettiva; abbiamo infatti dovuto adattarci ai ritmi di Michael e vivere le cose attraverso i suoi occhi, non prendendo quindi nulla per scontato e riscoprendo la meraviglia delle piccole cose, della nostra vita e del nostro lavoro quotidiano, che spesso nella frenesia di ogni giorno ci sfuggono. Il suo entusiasmo, la sua allegria e la sua curiosità sono stati fonte di ispirazione per recuperare lo stesso spirito nei confronti del nostro lavoro che un po’ nel tempo si perde”.

La sua presentazione in radio è fortissima, aiuta ad allargare gli orizzonti e può essere ascoltata direttamente dal sito di Radio Vaticana: http://media01.radiovaticana.va/audiomp3/00409241.MP3.

Queste le sue parole registrate in lingua inglese sulla sua breve esperienza radiofonica : I have just started in Vatican radio this morning. What I found most interesting is to work in radio and what it means to work with a team. I have had a tour around the radio station and seen different places and how radio works. I was also introduced to different people who work in different stages in radio. My work friends with me are very nice to be with they are wonderful to work with, they can be very funny and lot of humour as well. I hope in my two weeks here in Rome to get to know them very well like making lots of new friends here. My first impression of Vatican Radio when I arrived this morning was that I wanted to work with Sean Patrick and his team. Because they all work together with me and the way that I work I like to talk to people and show them what I can do. In my two weeks in Rome I will show them my experience and also give them something that they never knew they had: the best gift of all.”


I “sogni son desideri di felicità” che possono essere conquistati con impegno e dedizione e questa storia ci ricorda quanto sia importante essere motivati e perseveranti. Tra i vari “sogni” realizzati da Michael a Roma rientra anche l’incontro con Papa Francesco promosso dalla stessa Radio Vaticana.

Anna Contardi, coordinatrice nazionale AIPD, che ha seguito lo stage del giovane racconta che è stato: “un segno concreto di come l’incontro diretto con le persone con sindrome di Down possa far cadere molti pregiudizi e scoprire persone che hanno interessi e capacità diverse, spesso al di sopra delle nostre aspettative”.

Per questa bella storia di formazione e lavoro possiamo concludere con questo video-intervista su Michael Gannon che ci aiuta a scoprire meglio la sua entusiasmante avventura radiofonica, ma anche il suo pensiero https://www.youtube.com/watch?v=RLH1ieM2y3w

Articolo a cura di Nicoletta Zampano