Fiorello & Baldini in Fuori Programma tra scherzi e risate

Radio News

Fiorello & Baldini in Fuori Programma tra scherzi e risate

Fiorello e Baldini “Fuori Programma” su Radio1, la radio mamma…”(Sigla di Fuori Programma di Jovanotti)

Il gioco, comunemente, è considerato un semplice passatempo, in realtà svolge una funzione fondamentale per la mente e il benessere di ogni individuo, potenziando l'intelligenza, le abilità manuali e l'uso della ragione. Può essere definito il cibo della mente e ha come ingredienti mille sfaccettature diverse, tante facce per i tanti modi di divertirsi. Per poter giocare occorrono, tuttavia, regole adeguate e possesso di determinate abilità, strumenti e compagni di squadra. Le parti costitutive di qualsiasi svago sono principalmente quattro: la competizione, la fortuna, il mascheramento e il senso di vertigine. Non tutti gli elementi sono fisicamente accentuati in ogni situazione, ma si possono miscelare in gradi diversi a seconda del gioco attuato. Quando ci si trova sulle montagne russe o sulle autoscontro, si può sperimentare quel senso di vertigine tanto comune nei giochi azzardati o folli, quasi una sorta di tentato rischio che suscita eccitazione e un misto di piacere e smarrimento. E anche la fortuna diventa compagna di mille divertimenti, casalinghi o meno, tra cui spiccano, tradizionalmente, la tombola e il gratta e vinci.

Spesso il sano divertimento può rappresentare la carta vincente anche in radio, costituendo l’elemento chiave per eccellenza di un programma di intrattenimento, dove parole d’ordine restano lo scherzo burlesco e la risata contagiosa. Giocare con le parole e scherzare a palla su qualsiasi riferimento possibile a partire dai jingle per allargarsi ai conduttori e al vecchio palinsesto di Radio1, può costituire la prima matrice del nuovo programma mattutino della coppia inossidabile Fiorello & Baldini che, sorprende, divertendo, il popolo degli ascoltatori nostalgici del vecchio “Viva Radio2”.

Questa settimana, infatti, è ripartito alla grande lo show mattutino Fuori Programma con un Fiorello in ottima forma dopo il grave incidente subito poco più di un mese fa. “Stiamo sorvolando Saxa rubra dove tra qualche secondo atterreremo, l’elicottero messoci a disposizione da Radio1…pensate che budget c’è per questo programma. Purtroppo manca il pilota” Cosi esordisce Fiorello nella prima puntata tanto attesa del 5 maggio scorso, in cui troviamo di tutto e di più, in un esilarante escalation di comicità surreale e perle di saggezza popolare. Tra imitazioni uniche e personaggi nostrani battezzati per l’occasione, il mattatore della risata va a briglie sciolte con la benedizione del Direttore Flavio Mucciante che ha annunciato ai nastri di partenza "Provate a immaginare Fiorello e Baldini nel cuore dell'informazione istituzionale e non potrete non preoccuparvi. Una carica di energia e creatività in grado di far volare tutta la radio. Ci aspettiamo di tutto. Del resto il loro entusiasmo è contagioso e sarà un elemento determinante del progetto di rinnovamento in atto a Radio1, la rete dell'informazione, della musica e dello sport e da domani anche di Fiorello e Baldini”

In radio, in effetti, occorre essere creativi e giocosi per vincere i numeri dell’auditel e Fiorello riesce a coniugare con un linguaggio semplice, alla portata di tutti, creatività e professionalità, regalandoci venti minuti quotidiani di spensieratezza garantita. Si dice che il creativo non è soltanto colui che prospetta o produce qualcosa di nuovo, ma anche chi trova una diversa interpretazione e organizzazione dei dati già raccolti. In questo caso Fiorello da creativo dello spettacolo, è riuscito a trasbordare il suo modello originale e godereccio di Edicola Fiore da un semplice bar all’emittente nazionale pubblica Rai, lasciando i suoi fans entusiasti, prima su Radio2 e ora su Radio1. A partire dalle gag iniziali con tanto di panico in regia per un finto fuori onda inatteso, ai nuovi ed esuberanti personaggi da cartolina come la Signora Silvana, “l’arpia di Radio1”, da “nonno Ruggero” il canterino Voltarap che rilegge Fabbri Fibra ed Emis Killa, al dietologo di fiducia “il professore Migliaccio”, continuando con l’esilarante e collaudato “Jhon Wayne romano” che canta napoletano, si finisce in bellezza con il nuovo personaggio politicamente scorretto “la nonna di Renzi”. A questi si intrecciano tanti altri imitati d’eccezione: Annamaria Cancellieri, Angelino Alfano, Chiara Galiazzo, Thohir e Sandro Bondi che restano i capisaldi di un intero gruppo radiofonico che sa ironizzare su ogni tipo di notizia.

Dalle dichiarazioni semiserie ed ironiche di Fiorello nel fuori onda imprevisto in diretta di lunedi scorsoSi sta bene a Radio1. Certo , nella rete dell'informazione, ci sono alcune cose che non possiamo dire... Non e' che possiamo parlare di tutto, per esempio delle migliaia di persone scese in piazza in Argentina per legalizzare la marijuana , con il Papa che ha detto 'Ave Maria', quella notizia non si puo' dare...'' alla pronta risposta di un divertito Mucciante che su “Fuori Programma” dichiara semplicemente “Avevamo detto che ci aspettavamo di tutto, ma cosi' , dopo pochi secondi dall'inizio, ha colto di sorpresa anche noi con momenti di panico in regia, ai quali ha fatto seguito una risata liberatoria', tutto lascia presagire un felice, duraturo e propizio sodalizio artistico, accompagnato da eccellenti voci canterine come la giovane Silvia Aprile e i Gemelli di Guidonia che con la loro sigla di anteprima a cappella fanno il verso al carosello italiano tradizionale.

Il nuovo “Fuori Programma”, una sorta di show radio interattivo 2.0 con tanto di backstage sul web targato Fiorello, riesce a far sorridere anche sui selfie e gli smartphone e, sicuramente, promette sorprese divertenti e goliardiche in cui il gioco la fa da padrone, perché in fondo per risultare credibili bisogna denudarsi, ridendo per primi.

Si può, quindi, essere pronti a tutto e sintonizzarsi con il sorriso alle 8.30 ogni mattina su Radio1, poi il resto è giocato sull’onda della battuta e del balocco con Fiorello & Baldini. Un inizio giornata, positivo e dissacrante, che porta buon umore senza nessun rimpianto per chi resta, suo malgrado, a casa.

Articolo a cura di Nicoletta Zampano