RTL L’italiana: parte la sfida in FM a Radio Italia

Radio News

RTL L’italiana: parte la sfida in FM a Radio Italia

L’estate è, come noto, una stagione di stasi, riposo, ma anche di progettazione in vista del nuovo anno lavorativo. In questo senso, la stagione estiva 2015 ha portato una grossa novità nel mondo dell’etere: RTL L’italiana arriva sulle frequenze di mezzo paese.

Come noto, L’italiana nasce dal web con il nome di Italian Style, per poi rientrare in una lunga ed estenuante trattativa per l’acquisizione da parte di Mr. RTL, Lorenzo Suraci, di R101. Il progetto iniziale doveva essere quello di spostare la webradio sulle frequenze di R101, ma la trattativa è fallita e la radio di Mediaset è rimasta a galla.

Suraci non si è perso d’animo, la voglia di far concorrenza a Radio Italia è tanta e ha iniziato a dar vita al piano b, cioè dedicare alcune frequenze (quelle “minori”) di 102.5 proprio a L’italiana, iniziando la messa in onda in Puglia. Successivamente è arrivato il momento della Sicilia, già roccaforte centoduecinquesca, con l’acquisizione delle frequenze della fallimentare Radio Sis.

Il format è lo stesso della sorella maggiore, così come i conduttori, i tecnici, il millennium hit e i notiziari ogni ora; in pratica non cambia nulla, solo la musica che, rispetto a 102.5, è interamente italiana. E’ ufficialmente partita la sfida a Radio Italia Solo Musica Italiana, potendo contare su un marchio e su materiale umano già conosciuto al grande pubblico.

La domanda, adesso, è solo una: quanto reggeranno gli speaker e i tecnici alla “doppia” programmazione? Sono in previsione nuovi ingressi nella già larghissima famiglia di Lorenzo Suraci o i dipendenti attuali saranno costretti a fare doppi turni in diretta pur di battere 
(ammesso che il progetto di Suraci sia condiviso da tutti) Radio Italia?

Che sia arrivato, finalmente, il momento della nuova generazione su un grande network?Ai radiofonici l’ardua sentenza.

Articolo a cura di Alvise Salerno