Novergia: tutti pazzi per il DAB

Radio News

Novergia: tutti pazzi per il DAB

OSLO - L'11 gennaio del 2017 è iniziato lo spegnimento FM nella zona Nordland della Norvegia.

Il consorzio Radio Digitale Norvegia ha riferito che l'uso della radio digitale si è ormai stabilizzato. Recenti risultati dell'indagine indicano che il 64,2% dei Nordlanders ascolta la radio ogni giorno, a differenza dello stesso periodo del 2016, quando la cifra era del 64,8%. E' vero che i dati parlano di una piccola diminuzione, ma si evince dalle percentuali un distacco troppo minimo per essere già valutato.

Alcune emittenti norvegesi hanno già scelto il passaggio al DAB, costituendo quindi il consorsio Radio Digitale Norvegia: NRK (azienda radiotelevisiva di Stato norvegese), P4 e Bauer Media (altrettante emittenti radiofoniche).

Da gennaio 2017, le indagini mostrano che il 64,1% di tutti i norvegesi ascolta la radio ogni giorno. Secondo radio.no, a parità di periodo annuale, nel 2016 il 67,1% degli abitanti ascoltava la radio.

Gli abitanti norvegesi si sono già muniti di Digital Radio considerando che lo spegnimento definitivo dell'FM è previsto per il 13 Dicembre 2017.

Le indagini indicano inoltre che l’accoglienza del DAB da parte degli ascoltatori è stata positiva: circa l'84% di tutte le famiglie ora dispongono di radio DAB. "C'è stata una crescita DAB della flotta di oltre 200.000 elettrodomestici da maggio di quest'anno, è un buon sviluppo e allo stesso tempo ci aspettiamo che molti altri aggiorneranno la vettura anche dopo l'arresto FM", afferma Ole Jørgen Torvmark, Direttore Generale di Digital Radio Norway.

In conclusione la radio in Norvegia rimane ancora il mezzo più ascoltato, ma non solo: il DAB è entrato positivamente nelle case degli abitanti, i quali, in media dedicato un ascolto giornaliero pari ad 81 minuti.

Un futuro simile in Italia? La nostra differenza crediamo che sia ancora abissale. Lo spegnimento completo ancora è impensabile in Italia. L'unica certezza rimane ancora il Web. Podcast, radio on line, facilità di connessione, la battaglia per noi è vinta in partenza: IL FUTURO DELLA RADIO E' SUL WEB.

Articolo a cura di Maria Rita Simone