Radio Savona Sound: salta la trattativa con Radio Onda Ligure

Radio News

Radio Savona Sound: salta la trattativa con Radio Onda Ligure

Nel mondo della radiofonia circolavano ormai da tempo voci sulla cessione della prima radio privata della provincia di Savona, Radio Savona Sound. Dopo i primi rumors che non avevano portato a nulla di concreto, circa un mese fa si era parlato di una possibile trattativa tra Radio Savona Sound e la vicina di casa Radio Onda Ligure, e oggi abbiamo la risposta definitiva in merito alla presunta compravendita tra le due emittenti liguri. La trattativa c’era effettivamente, ma è saltata qualche giorno fa.

Come apprendiamo da La Stampa, qualche giorno fa il presidente della cooperativa che si occupa della gestione di Radio Savona Sound, ha reso pubblica la fine della trattativa di vendita tra le due emittenti, e la conseguente decisione di Radio Savona Sound di proseguire inevitabilmente per altre vie.

Ma che cosa è successo?

Le due emittenti liguri erano in contatto per la compravendita da qualche tempo, e dalla parte di Radio Savona Sound era stata addirittura indicata un’ultima data per la chiusura della trattativa, pare però che da quel punto in poi l’emittente non avesse più ricevuto una riposta dagli acquirenti. Dopo aver rifiutato più volte in passato le proposte di network nazionali ed imprenditori, ora Radio Savona Sound vede quindi saltare anche la trattativa con la vicina di casa Radio Onda Ligure, che avrebbe potuto trasformarsi effettivamente in qualcosa di concreto.

Le ragioni del rifiuto degli ex acquirenti (la società di Mario Marziano, seguito dal legale Alessandro Garassini, con una presunta rete di più imprenditori), non sono ancora note. Ma non è da escludere che a far tentennare gli ex acquirenti, possa essere stata la cifra in ballo tra le due emittenti, superiore ai 300 mila euro.

Il futuro di Radio Savona Sound, è quindi ancora una volta incerto. Non resta che attendere i prossimi rumors sul destino della prima radio privata della provincia di Savona.

Articolo a cura di Vittoria Marchi