Conduttore Radiofonico 2.0: il nuovo modo di "fare radio"

Conduzione Radiofonica

Conduttore Radiofonico 2.0: il nuovo modo di "fare radio"

Tratto dal libro "Teorie e Tecniche di Conduzione Radiofonica"

La figura del conduttore radiofonico di oggi è molto diversa rispetto a quella di un tempo,  un tempo non troppo lontano, 10 anni fa. Vediamo perchè...

CONDUTTORE RADIOFONICO: COSA NON E' PIU' OGGI

Il conduttore radiofonico di oggi non è più un selezionatore musicale, ad esempio. Nelle radio di un certo livello, la selezione musicale è affidata al programmatore musicale, di comune accordo con editore e station manager, e si basa su diversi fattori che esulano dai loro gusti personali. La scelta musicale si basa su statistiche, classifiche, dati d'ascolto, formato della radio e rapporti tra le emittenti  e le etichette discografiche.

Il conduttore radiofonico di oggi non è più una "star": è meno "mitizzato" di un tempo. Fino a pochi anni fa gli speaker ricevevano lettere d'amore infuocate,  regali di ogni tipo, appostamenti sotto la radio e tante altre forme di "fanatismo" da parte dei propri ascoltatori. Questo fenomeno sta via via scomparendo, tranne per alcuni rari conduttori radiofonici di un certo livello.

Il conduttore radiofonico di oggi è molto meno "libero" di un tempo ma molto più preparato tecnicamente. Con "l'aziendalizzazione" delle emittenti radiofoniche, gli speaker hanno perso tutta quella libertà di una volta: hanno tempi serrati, argomenti prestabiliti, schemi comunicativi rigidi  e in generale sono meno liberi, ma molto più preparati tecnicamente.

CONDUTTORE RADIOFONICO 2.0 : COSA E' DIVENTATO OGGI

Il conduttore radiofonico di oggi può essere definito Conduttore Radiofonico 2.0 e a tal proposito riportiamo la definizione di Web 2.0 che dà Wikipedia: "con Web 2.0 s'intende l'insieme di tutte quelle applicazioni online che permettono uno spiccato livello di interazione sito-utente". Ecco,il conduttore radiofonico di oggi è 2.0 perchè usa tutte queste applicazioni online per stringere il suo legame con l'ascoltatore, il legame conduttore-utente.

Il Conduttore radiofonico 2.0 è multimediale, interattivo e vicino all'ascoltatore. Una volta gli utenti comunicavano con il proprio speaker attraverso lettere scritte, a cui difficilmente seguiva una risposta, poi sono arrivati gli sms e anche in quel caso le risposte arrivavano raramente, talvolta attraverso la diretta radio. Oggi gli ascoltatori parlano, seguono e commentano tutto ciò che lo speaker produce a livello contenutistico attraverso le applicazioni di internet: Sito internet della radio, Blog personale del conduttore, Forum, Chat, Skype, Facebook, Fan page, Twitter, Myspace e tutte quelle applicazioni che permettono un'interazione  Conduttore-Ascoltatore.

Il conduttore radiofonico 2.0 è diventato un "amico possibile", con questi termini intendo un amico con cui è possibile interagire, chattare, parlare ed eventualmente conoscere di persona. Esattamente come si fa con un amico vero, uno del mondo reale. Una persona con cui un giorno potremmo persino uscire fuori a cena.

Il conduttore radiofonico 2.0 oltre ad avere una grande competenza radiofonica (dizione, dialettica, personalità, tecnica, comunicatività e tutte quelle qualità necesarie per parlare al microfono), dovrà anche sapere "produrre contenuti di valore": articoli, notizie, video, post, argomenti da pubblicare su internet attraverso facebook, twitter, blog e gli altri mezzi a disposizione. Questa non sarà solo una qualifica in più per il conduttore, ma una condizione necessaria richiesta dalla Direzione dell'Emittente per alimentare traffico sul proprio sito internet (sempre più spesso veri e propri portali con forum, blog, video, podcast, e ultimamente Web Tv).
La nostra analisi si concentrerà sempre più spesso su questa nuova figura del conduttore radiofonico 2.0 e a tal proposito Radiospeaker.it pubblicherà articoli sulle migliori strategie comunicative per produrre contenuti di valore su internet e per utilizzare al meglio i social network e le altre applicazioni online. Guardiamo avanti, insieme.

Approfondiamo l'argomento all'interno dell'ebook "Teorie e Tecniche di Conduzione Radiofonica"
Articolo a cura di Giorgio d'Ecclesia
Responsabile Radiospeaker.it