Radio Deejay: nessun cambiamento nel palinsesto e Linus si sfoga sul blog

Radio News

Radio Deejay: nessun cambiamento nel palinsesto e Linus si sfoga sul blog

31 agosto 2015: ultimo giorno di sessione di calciomercato. Affari in entrata, in uscita, firme dell’ultimo minuto, sorprese, delusioni. Immagino che voi stiate pensando: “ma siamo su Radiospeaker.it o sulla Gazzetta dello Sport?”. Aspettate però, il 31 agosto 2015 è anche la data in cui riparte la nuova stagione di Deejay Chiama Italia su Radio Deejay e in cui “riapre”, ufficialmente il blog di Linus!

Iniziavo parlando di calcio e mercato perché da sempre Linus è un appassionato di questo sport oltre che tifoso sfegatato juventino, ma soprattutto perché si è paragonato metaforicamente ad un allenatore che deve mettere in piedi la sua squadra e gestirla al meglio. ù

Proprio il radiomercato di Deejay è stato uno degli argomenti più caldi di quest’estate e il paragone con lo sport più amato della nostra penisola diventa più che mai azzeccato. Prima le voci sull’arrivo di Cruciani e le ipotesi sulla ricomposizione del palinsesto, poi qualche dubbio sulla tipologia del suo programma e sullo stile che avrebbe adottato il giornalista più pungente d’Italia, se fedele al suo personaggio o alla linea editoriale di Radio Deejay.

Cruciani non ha firmato (ufficiale? Rimandato? Bufala? Chi lo sa…) e sembrava che la tempesta fosse passata. Mentre, in zona Cesarini, continuando con il parallelo calcio-radio, Linus (o meglio, alcune pagine Facebook e blog del settore) ufficializza alcuni cambiamenti interni: in sostanza stesse persone in orari diversi.

I coinvolti nell’operazione erano alcuni programmi del pomeriggio: Pinocchio che passava dalle 12 alle 14, Catteland che si trasferiva dalle 17 alle 18 e Ciao Belli che veniva promosso nel drive time con addirittura un’ora in più di trasmissione, dalle 18 alle 20.

Queste notizie davano la conferma di un post del blog di Linus di parecchi mesi fa in cui parlava di un colloquio con il dj Angelo che l’aveva parecchio scosso, forse l’argomento era questo. Pochi giorni dopo Alessandro Cattelan confermava le voci pubblicando alcune notizie sul nuovo programma, Catteland – chiavetta nello spazio, e reclutando ascoltatori per raccontare le 10 canzoni che avrebbero scelto per un ipotetico viaggio interstellare.

A ruota vediamo le prime foto pubblicate da Pinocchio e dalle pagine della Pina sul dispiacere (nessuna lamentela o protesta a quanto mi è parso di leggere) di abbandonare il vecchio orario per trasferirsi in pausa pranzo. Ciao belli non pervenuti. Ecco un veloce riassunto delle ultime puntate, perché poi scoppia il finimondo.

Nell’ultima settimana piovono commenti, lamentele, critiche alla scelta di Linus e sulla mancanza di identità di cui la radio avrebbe sofferto con questi cambiamenti, soprattutto per lo spostamento della Pina che, ironicamente, pubblica una foto su Twitter in cui stringe i compagni di viaggio Diego e Vale nell’ultima puntata da Riccione in una posa da pianto, con un hashtag #nuovoorario. Non sappiamo se anche gli speaker si siano lamentati delle modifiche volute dal Direttore ma i commenti sono stati davvero tanti, e parecchi di disapprovazione.

Fino a stamattina nel suo blog Linus si lancia all’attacco di chi pensava “fossi impazzito, come se stessi giocando con i palinsesti, soprattutto come se il gusto di ognuno di voi fosse il giudizio assoluto”. Conferma che tornerà tutto come prima, con buona pace di quelli che sono andati in ansia da cambiamento.

"Non mi è piaciuta questa vicenda, ve lo dico sinceramente", confessa Linus, “Badate bene, ognuno ha diritto di avere le proprie idee, ma esprimerle come fossero una verità universalmente condivisa è da adolescente. E, soprattutto, farlo in maniera così invadente e antipatica è stato proprio scorretto. La differenza tra me e voi, e tra me e molti di quelli che vanno in onda, è che io conosco lo stato delle cose, e voi no. Anche quelli che vanno in onda sanno qual è il loro posto nel mondo, ma spesso gli viene facile far finta di niente. Tanto c’è sempre qualche pagina Facebook pronta a beatificarti. Il mio lavoro non è spostare i programmi nel modo che più mi piace ma in quello più efficace. Fine del discorso. Però grazie. Mi avete fatto capire una cosa molto più importante."

Forse sarò impopolare, ma sono parzialmente d’accordo con Linus: la Pina si è creata una fetta di fedelissimi nella sua fascia difficile da perdere, quindi si poteva solo incrementare, non peggiorare credo. Portarla alle 12 avrebbe distrutto il mini-mondo che si era creata. Cattelan alle 12 è una buonissima scelta d’ascolto per la pausa pranzo o nel ritorno verso casa. Ma ero curioso di vedere i risultati, di sentire come sarebbe ”suonata” Radio Deejay in questo modo, considerando un piccolo calo d’ascolti degli ultimi anni che quindi obbligava ad un cambiamento di rotta.

Se avessi qui davanti Linus gli chiederei perché ha ceduto, perché ha deciso di seguire il volere del popolo e non il suo istinto, perché si è tirato indietro. In realtà l’ho fatto commentando nel suo blog, vediamo se ci sarà un aggiornamento o una risposta nei prossimi giorni.

Per voi è stata la scelta giusta non cambiare palinsesto? Recupereranno ascolti o continueranno a calare? Aspettiamo le vostre opinioni!

Articolo a cura di Nicola Zaltieri