RadioItalia promuove il I Trofeo della nuova musica italiana, 7 note dalla scuola

Radio News

RadioItalia promuove il I Trofeo della nuova musica italiana, 7 note dalla scuola

RadioItalia solomusicaitaliana, in collaborazione con Il MIUR e l’Associazione Mecenate 90, promuove il “Primo Trofeo della Nuova Musica Italiana. 7 Note dalla scuola”, destinato agli studenti delle scuole secondarie di II grado, al fine di valorizzare la musica italiana e i nuovi talenti musicali ed artistici emergenti.

Per partecipare al concorso è semplicissimo: ogni studente, aspirante cantautore, dovrà comporre una canzone, un testo, la musica e caricarlo(file audio in formato MP3, file testo in formato WORD ed eventuale scheda descrittiva) entro il 20 aprile 2012 sul sito trofeistudenti.it. In seguito tutti i lavori presentati, saranno sottoposti all'attenzione di una Giura composta da rappresentanti del MIUR, dell'Associazione Mecenate 90, di Radio Italia solomusicaitaliana e da esperti di musica italiana e da una Giuria Popolare che esprimerà il suo apprezzamento attraverso l'apposita sezione del sito www.radioitalia.it dedicata all’evento.

Inoltre tutte le canzoni in gara avranno la giusta visibilità all’interno del sito di RadioItalia e potranno essere votate. I 3 finalisti del Contest saranno resi pubblici sul sito della radio, nonché sul sito ufficiale di promozione. Al primo classificato sarà data la possibilità di svolgere uno stage di 30 giorni a RadioItalia a Milano, mentre al secondo e terzo posto verrà assegnata una borsa di studio del valore di 1.000 euro.

Ma i premi non finiscono qui, anzi, i vincitori potranno anche esibirsi, fianco a fianco alle più importanti star musicali italiane, sul palco del grande concerto offerto da RadioItalia per i festeggiamenti del suo trentennale in programma il 14 maggio a Milano.

RadioItalia ha deciso di partecipare all’iniziativa con l’obiettivo di dare “voce”e “formazione” ai talentuosi e giovani italiani. Non è facile ,oggi, ottenere delle opportunità, soprattutto in tempi di magra come questi, per cui ben venga questo evento che sarà, sicuramente, solo il primo di una lunga serie.

Articolo a cura di Nicoletta Zampano