Sound Streak: uno studio di registrazione su internet

Curiosità Radiofoniche

Sound Streak: uno studio di registrazione su internet

Lo chiamano "internet recording studio", e per definirlo non c'è modo piu' appropriato. Il servizio di cui vi parlo oggi si chiama Sound Streak e rappresenta un modo semplice e pratico per registrare mentre si è in collegamento con il cliente o lo studio senza usare la linea ISDN e, soprattutto, senza mai toccare mouse e tastiera. Sound Streak infatti è pensato per essere estremamente semplice, permettendo allo speaker di concentrarsi sul proprio lavoro di lettura e interpretazione, piuttosto che sul software.

Attraverso Sound Streak abbiamo infatti a disposizione una piattaforma che integra un sistema di connessione tra lo speaker e il committente, un foglio virtuale su cui leggere lo script, un player integrato per poter guardare eventuali video o ascoltare audio di riferimento e ovviamente la possibilità di registrare i nostri take su pc, il tutto controllato non da noi speaker, ma direttamente da chi ci dirige.

Il servizio è ancora in fase sperimentale, pertanto è completamente gratuito. Per utilizzarlo è necessario registrarsi dal form che si trova su www.soundstreaker.com come talent, agente o tecnico e scaricare il software client. Registrandosi come agenti, tecnici o producers avremo a disposizione un software che ci permetterà di incollare il testo da far leggere allo speaker, potremo avviare e interrompere la registrazione e decidere, tra i vari take registrati quali salvare e quali invece buttare via. Sì, perchè un'altra delle caratteristiche che rendono Sound Streak davvero rivoluzionario è la possibilità di registrare direttamente sul pc dello speaker. Quando infatti il tecnico dall'altra parte preme il pulsante "record" sul suo client attiva la registrazione, ma non sul pc della regia, bensì sul computer dello speaker. Questo è molto vantaggioso perchè, a differenza di soluzioni come Source Connect dove anche l'audio dello speaker che veniva registrato passava via internet, in questo caso la registrazione è diretta sul pc di chi sta parlando, eliminando quindi ritardi dovuti alla connessione, saltelli ecc.

Al termine della registrazione, poi, il regista può decidere cosa salvare, e i take che deciderà di mantenere verranno trasferiti automaticamente dal pc dello speaker a quello della regia. Durante tutta la sessione di registrazione il committente e lo speaker possono ovviamente comunicare tra loro (anche se a bassa qualità) e, se il regista preme "play" su un take registrato precedentemente questo partirà su entrambe le postazioni, permettendo appunto sia al regista che allo speaker di riascoltare l'audio prodotto quasi contemporaneamente. La comunicazione tra lo speaker e la regia si disattiva solo alla pressione del tasto "record" per evitare che l'audio di una delle 2 parti rientri nella registrazione.

Come abbiamo visto, quindi, Sound Streak è davvero una soluzione completa per registrare in collegamento con lo studio, ed elimina anche una serie di passaggi a cui eravamo abituati (ovvero l'editing dei take e il loro invio via FTP o email). Come se non bastasse poi, questa soluzione è anche carina graficamente: bello vedere, sul pc dello speaker le lucine che si accendono quando dall'altra parte qualcuno preme "record", bello sentire i 3 beep che ti segnalano che la registrazione sta per iniziare. Insomma, da usare assolutamente per tutte le nostre produzioni da remoto!

Articolo a cura di Mario Loreti