HomeMagazineWeb RadioStreamripper: Come usarlo su windows

Streamripper: Come usarlo su windows

Vi ricordate quanto abbiamo iniziato a parlare di streamripper?

Lo abbiamo presentato come un software capace di copiare sul vostro hard disk i contenuti delle radio sul web in modo semplice e veloce, come si faceva con le audiocassette negli anni 90.

Abbiamo anche visto che è un ottimo veicolo di trasferimento musicale tra due persone, ma questa è una sua peculiarità secondaria, anche se si è arrivati a creare canali più veloci di qualsiasi programma P2P o di qualsiasi programma di file sharing.

Per chi utilizzasse il sistema operativo Windows, è consigliato utilizzare StreamRipper come Plug-in per Winamp, esattamente come si faceva per il programma DSP di cui abbiamo già parlato.

COME UTILIZZARE STREAMRIPPER

Scarichiamo il programma da qui e installiamolo.

Questo plug-in si potrà caricare cliccando su Options -> Preferences, e successivamente scegliendo la categoria GENERAL PURPOSE -> Streamripper.

A questo punto nella Taskbar troveremo il simbolo SR. Clicchiamo due volte e si aprirà questa immagine:

Il messaggio che compare all’interno di questa immagine sicuramente non sarà presente, ma apparirà nei casi in cui si ascolti una qualsiasi radio.

Clicchiamo su START, e comincerà il ripping del flusso audio. Otterremo questa schermata:

Ma è opportuno vedere prima come configurare il programma, cliccando su config.

Questa schermata permette di impostare queste funzioni:

  • Autoriconnessione in caso di caduta del segnale
  • Creazione di un relay
  • Quantità massima di byte da scaricare
  • Impostazione di un proxy
  • Impostazione Nome macchina locale

Nella schermata FILE si possono effettuare altre configurazioni:

  • Definizione della Directory in cui salvare gli mp3
  • Possibilità di separare il flusso in più file
  • Possibilità di impostare i tag ID3 nei vari mp3

 

Nella schermata PATTERN invece potremo settare i nomi dei file più o meno come qualsiasi altro programma di ripping. Per copiare i brani delle vostre web radio preferite nel vostro hard disk, non è necessario considerare le altre opzioni del software, che possono essere considerate in autonomia, dai più esperti e curiosi.

Articolo a cura di Fabrizio Mondo
www.fabriziomondo.com

Radiospeaker.it

Radiospeaker.it

Siamo la Più Grande Radio Community Italiana. Database dei professionisti della radio, delle Emittenti Radiofoniche, Radio news, Corsi di Radio, servizi per le radio e tanto altro. Leggi i miei articoli

Articoli popolari

RTL 102.5 inaugura a Roma lo spazio fisico di facebook dedicato alla formazione digitale

RTL 102.5 inaugura a Roma lo spazio fisico…

Deejay Chiama Italia riparte il 16 settembre e celebra la sua 15° edizione in tv

Deejay Chiama Italia riparte il 16 settembre e…

Articoli recenti

Morto Sergio Zavoli: fu direttore del Gr Rai

Morto Sergio Zavoli: fu direttore del Gr Rai

Newsletter

Rimani sempre aggiornato sulle novità del Settore Radiofonico.