Sola come un gambo di sedano: il best seller di Luciana Littizzetto

Libri sulla Radio

Sola come un gambo di sedano: il best seller di Luciana Littizzetto

Ex-professoressa  di lettere ed educazione musicale, donna schietta, irriverente, una vera forza della natura dalla simpatia disarmante, una comica nata,  questa è Luciana Littizzetto che ha saputo incantare anche la platea dell’ Ariston con la sua semplice e dolce ironia.

Un vero fenomeno radiotelevisivo e cinematografico a tutto tondo, una donna di talento che sa reinventarsi anche in formato cartaceo, mitici i suoi best- seller alla “Littizzetto”, caratteristici di un’artista senza freni inibitori e dalla battuta facile quanto irresistibile che si è saputa far notare anche on air su Radio Deejay con il programma  divertente e divertito “La Bomba” in coppia con Vic.

Tra i suoi primi racconti umoristici  spicca “Sola come un gambo di sedano”, edito dalla Mondadori che parla in modo spiccio e comico della vita nell’era moderna. Una sorta di “sfogo bambino” al femminile:

“Ma com’è sto fatto? E’ primavera, svegliate ci siam svegliate, messer aprile dovrebbe fare il rubacuor e invece…qui non si batte chiodo. Né ranocchi bavosi né tanto meno principi. Le mie amiche si sono mobilitate. Nel giro di una settimana mi hanno presentato almeno una decina di uomini, manco fossi un’eremita che non ha scambi col mondo. La mia amica Molly (si chiama Maria Adelaide, ma si fa chiamare Molly per via del nome uguale all’ospedale di Torino) ha voluto a tutti i costi che uscissi a cena con Rubens, un tipo di Gressoney. Alto, moro e sempre vestito di bianco. Un incrocio tra Little Tony e uno spacciatore di coca di Miami Vice. Dico solo che all’antipasto già aveva estratto la foto della sua ex fidanzata, l’unica donna mai amata in vita sua. Una specie di gatto delle nevi con il naso a patata americana. Ma si può? Caro il mio mister Loba Loba, credi che me ne possa fregare qualcosa dei tuoi lutti passati?E poi c’aveva un profumo che non mi piaceva…mi ricordava l’odore della vaschetta delle tartarughe. E allora? Lo dice anche la Mannoia che “Siamo cosi, dolcemente complicate…”, delle specie di cubi di Rubik con le tette. Poi è toccato a Gualtiero, melomane, maniere da cicisbeo, mani venate di azzurro come fette di gorgonzola, probabilmente allattato fino in terza media. Saliamo in auto e mi fa: “Orbene…” “Orbene”?Ma come parli?Dove vivi? Sparisci avanzo fossile di lumacone del Pleistocene! Tornata a casa ho tentato il suicidio. Volevo strangolarmi di Mars e far la fine del ratto impigliato nel malto. Ma non è andata cosi. Il destino ha voluto punirmi ancora. Ho accettato l’invito a cena di un musicista dal cognome veramente improponibile: Soffritto. Era  chiaro. Non poteva nascere nulla tra di noi. Neanche per vero amore accetterei di chiamarmi Luciana Littizzetto in Soffritto! Ci eravamo conosciuti da meno di cinque minuti che già gonfio di orgoglio maschio mi mostrava la sua maglietta. E sapete quale motto portava stampigliato a lettere cubitali? “ Green Fig, salviamo la gnocca” ( Estratto tratto da “Sola come un gambo di sedano”)

Già dallo stralcio del libro di Luciana si intravede lo schematico, allegro e semplice filo che lega le storie, racconti brevi, semplici, pieni di humor nostrano che rassomigliano a sketch rigorosamente filtrati da una lente al femminile targata Littizzetto. Storie da ridere e per ridere e, in fondo, sdrammatizzare nella vita serve e serve molto anche alle donne per non “morire” soffocate dal tram tram quotidiano.

Gli occhi positivamente leggeri di Luciana permettono di filtrare tanti aspetti quotidiani: dalla ricerca dell’amore sognato alla necessità per le donne di una cura estetica con tanti piccoli spunti sorridenti che ci delizieranno in spiaggia sotto l’ombra  festosa di un’ombrellone o al fresco riparo di un ridente boschetto di montagna.

Scheda Libro
Titolo: Sola come un gambo di sedano
Autore: Luciana Littizzetto
Editore: Mondadori
Genere: Satira e umorismo
Data di pubblicazione: 11/ 03/2003
Pagine: 224

Articolo a cura di Nicoletta Zampano.