Intervista radiofonica di 24 ore! E' Guinness dei primati

Curiosità Radiofoniche

Intervista radiofonica di 24 ore! E' Guinness dei primati

Con l’avvicinarsi delle Feste in molte radio grandi e piccole, dilaga quel clima di allegria e spensieratezza tipicamente natalizio che porta spesso con se la possibilità di divertirsi maggiormente ideando qualcosa di originale e simpatico per gli ascoltatori, magari da condividere e realizzare insieme agli altri colleghi e a tutti coloro che fanno parte della squadra di un’emittente (ammesso che il direttore sia d’accordo).

Questa volta a incuriosirmi è stata una notizia insolita proveniente dall’Australia. Uno speaker, tale Richard Glover, che lavora per la radio nazionale australiana chiamata “Abc”, è riuscito ad ottenere un record alquanto inusuale. Richard, che normalmente conduce uno show radiofonico dal titolo “Drive” (programma che va in onda tutti i giorni dalle 15 alle 18 con lo scopo di tenere compagnia a chi guida nelle ore di punta), ha realizzato infatti un’intervista molto molto particolare allo scrittore Peter FitzSimons.

Per l’occasione però, ha deciso di andare in onda in un orario diverso dal solito: dalle 10.00 di domenica mattina alle 10 del giorno seguente (lunedì). Il presentatore, che oltre a svolgere questo mestiere scrive romanzi, commedie teatrali e gestisce una colonna umoristica su un quotidiano, è riuscito in un’impresa destinata ad entrare nella storia: condurre un’intervista di 24 ore.

I temi affrontati sono stati molteplici e tutti molto differenti: si è partiti dai libri scritti dall’intervistato, per poi passare a parlare della sua carriera nel rugby, raccontare episodi della storia australiana (come la corsa all’oro), per arrivare a trattare le moderne tecniche di ricerca storica. Quest’uomo è indubbiamente da conoscere. Voi non avreste qualche domanda da fargli? Io onestamente tantissime!

Per prima cosa gli vorrei chiedere come è riuscito a spaziare su tematiche così differenti all’interno dell’intervista (in particolare come è avvenuto il passaggio da un argomento all’altro), in seguito vorrei sapere che stratagemma ha usato per mantenersi “interessante” all’ascolto per tutte le 24 ore dell’evento (ammesso e non concesso che qualcuno sia riuscito a seguirlo senza mai prendersi una pausa), concludendo poi con la classica “ma chi te l’ha fatto fare?”, anche se penso di avere una risposta a quest’ultimo interrogativo: la sana pazzia che contraddistingue tutti coloro che fanno questo meraviglioso lavoro.

Glover alla fine dell’intervista è stato anche premiato con la consegna di un trofeo ed un certificato ufficiale che attestava il record ottenuto, accompagnati da una torta e una bottiglia di champagne.

Anche in Italia siamo però riusciti, un anno fa circa, ad ottenere un record che è entrato direttamente nel “Guinness dei primati”: “maggior numero di speaker professionisti presenti contemporaneamente in un programma radiofonico”.

E’ successo a Radio Deejay, in occasione di una diretta radiofonica realizzata a scopo benefico per raccogliere fondi al fine di sostenere i progetti del CESVI in Africa. 25 speaker sono riusciti così a “convivere” per due ore durante la stessa trasmissione facendo ognuno un suo intervento (la durata del parlato è stata di un’ora), con l’obbligo “ferreo” di non poter uscire dagli studi per tutta la durata del programma.

La regolarità dell’evento è stata attestata da una serie di persone: due cronometristi, due testimoni ufficiali, due steward, un fotografo e una telecamera che ha ripreso lo show. Non male come idea, non trovate? E allora chi di voi è riuscito a fare, nel suo piccolo, un record legato alla radio o ad un programma condotto in radio?

Pensate che personalmente sono stato in grado di commettere in una sola puntata tutti i “10 errori più frequenti in radio” di cui parlavo la scorsa volta. Mica male no? Scherzi a parte, nella piccola emittente in cui trasmetto, lo scorso anno, in occasione del Natale, abbiamo ideato una maratona no-stop caratterizzata dall’avvicendarsi dei vari speaker della radio nel giorno della Vigilia, per fare gli auguri agli ascoltatori.

Qualcuno tra voi ha provato esperienze simili, oppure ha fatto qualcosa di diverso ma bello e divertente allo stesso tempo? Avete qualche idea originale per poter battere qualche record o per entrare nel “Guinnes dei primati” con la vostra radio e il vostro programma? Dai, non fate i misteriosi!

Facciamo così: ognuno ne pensi e ne proponga almeno uno, in modo tale che gli altri possano scegliere il migliore. Una volta deciso, non ci resterà altro da fare che organizzarci per tentare di realizzarlo tutti insieme. Che ne dite, vogliamo provare?

Articolo a cura di Mattia Savioni